Detenzione d’arma da fuoco e spari fuori un ospedale: due anni ad Arda Turan

Detenzione d’arma da fuoco e spari fuori un ospedale: due anni ad Arda Turan

Il calciatore è attualmente in forza all’Istanbul Basaksehir: i fatti risalgono allo scorso ottobre, la pena è stata al momento sospesa

di Redazione, @forzaroma

Arda Turan è stato condannato a 2 anni, 8 mesi e 15 giorni di prigione per detenzione illegale d’arma da fuoco e per aver sparato con l’intento di intimidire e provocare panico. Il calciatore ex Barcellona Atletico Madrid, attualmente in forza all’Istanbul Basaksehir (prossima avversaria della Roma in Europa League) è stato invece assolto – riportano i media turchi – dall’accusa di molestie sessuali. Il caso risale allo scorso ottobre: Arda Turan fu protagonista di una rissa in un night club della città con il cantante Berkay Sahin per alcuni apprezzamenti alla moglie di quest’ultimo. Il musicista aveva riportato la rottura del setto nasale e Turan lo aveva seguito fino in ospedale, dove aveva esploso alcuni colpi di pistola, che secondo la difesa del calciatore erano però partiti accidentalmente. La pena al momento è stata sospesa e quindi contro la Roma il turco ci sarà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy