De Sanctis: “Per noi era importante dare un segnale forte e concreto. Ma non guardiamo troppo oltre”

di finconsadmin

Morgan De Sanctis è intervenuto ai microfoni di SkySport al termine di un incontro con la classe arbitrale svoltosi oggi a Milano. Queste le sue parole:

 

“Il girone d’andata è stato positivo per quanto riguarda gli arbitraggi, ci si è focalizzati sul tema del nuovo del fuorigioco. Lo dobbiamo capire bene noi giocatori, perchè gli arbitri lo hanno capito bene. Ci sono stati confronti sani che devono continuare ad esserci”

 

 

Il fatto di essere andati a -6 dalla Juventus è per voi stessi un segnale ulteriore? Si dice che quando si è una grande squadra bisogna approfittare subito dei passi falsi altrui.

Considerando che Juve e Napoli avevano giocato il sabato era fondamentale per noi dare un segnale forte e concreto la domenica. Sei punti restano comunque un bottino importante per la Juve, per il lavoro che stanno facendo e il valore che ha la Juve però noi dobbiamo essere concentrati sul nostro lavoro. A breve avremo un tour de force importante, giocheremo con squadre forti come Parma e Sampdoria, poi in mezzo il derby e le due semifinali di Coppa Italia. Non dobbiamo guardare tanto oltre, dobbiamo essere concentrati sul nostro lavoro a breve scadenza.

 

Hai parlato di Coppa e di derby. De Rossi con la consueta schiettezza ha detto di non voler tre derby in una settimana. Tu cosa ne pensi?

Non lo so, non mi sono fatto un’idea precisa. Considero un obiettivo importante quello della Coppa Italia e quindi indipendentemente da chi sarà l’avversario speriamo di poter arrivare in finale. Non possiamo sottovalutare il fatto che la Roma di Coppe Italia ne ha vinte nove e sarebbe fondamentale ed una gratificazione per tutti, innanzitutto per i nostri tifosi, vestire come prima squadra italiana la stella d’argento.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy