De Rossi e Florenzi in dubbio per il derby. Gabrielli ai tifosi: “Rispettate le regole e tolgo le barriere”

I due giallorossi ieri sera hanno accusato problemi fisici, rischiano di saltare la stracittadina. Mercato, Sabatini manda Gerson al Frosinone e pensa a Banega

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Vittoria sofferta, ma quel che conta è che sia arrivata. La Roma ieri ha segnato due gol al Bayer Leverkusen, si è complicata la vita facendosi rimontare, e poi ha portato a casa i tre punti grazie a un calcio di rigore realizzato da Pjanic. Archiviata la partita di Champions, lo sguardo dei giallorossi è già proiettato al match di domenica pomeriggio contro la Lazio (arbitra Tagliavento). Non quello del centrocampista bosniaco, squalificato dopo il rosso di San Siro e, probabilmente, neanche quello di Maicon, De Rossi e Florenzi; i tre infatti sono rimasti infortunati nel corso del match di ieri sera, e se per i due italiani (problema al polpaccio per il terzino, all’adduttore per il centrocampista) c’è ancora qualche possibilità di vederli convocati, per il brasiliano (fastidio al flessore) potrebbe trattarsi di un lungo stop. Questa mattina i giallorossi hanno effettuato un allenamento di scarico al centro sportivo “Fulvio Bernardini” di Trigoria; dopo il riscaldamento iniziale e il lavoro tattico i giocatori sono stati divisi in due gruppi: chi ha giocato ieri per la gran parte dell’incontro ha svolto una seduta di scarico, mentre gli altri hanno svolto un riscaldamento fisico, lavoro atletico con palla, partite a tema e gara finale a campo ridotto. Ancora personalizzato per Totti e Strootman, mentre Keita sta continuando a lavorare con il gruppo. Il maliano da inizio settimana ha ricominciato a svolgere gli allenamenti con i compagni e una sua convocazione per il derby, viste anche le assenze nel reparto, sembra essere scontata.

GABRIELLI – Non ci saranno invece domenica le due tifoserie di curva Sud e Nord. Romanisti e laziali infatti continueranno lo sciopero contro le nuove norme imposte dal prefetto Gabrielli, quelle che hanno previsto la divisione dei due settori e le multe in caso di cambio posto. A riguardo il prefetto è stato intervistato dal quotidiano “Il Corriere dello Sport”: “Tornate allo stadio, comportatevi bene e state nelle regole, continuativamente. E le barriere poi non sono di cemento armato, si possono anche togliere. C’è un mal interpretato senso di identità. E’ come se il tifoso della Curva valesse più degli altri, tifasse più degli altri”. Poi una frecciatina nei confronti della società giallorossa: “C’è stato atteggiamento e atteggiamento. Lotito è stato molto più collaborativo, la Roma ha solo subito. Io non mi posso preoccupare della strategia di marketing della Roma. Noi abbiamo aspettato l’ultimo impegno stagione che credo fosse il 20 giugno e ci siamo visti il 26 per la stagione successiva. Dall’altra parte si pensava “vabbè, fanno così, ora arriverà la telefonata e cambia tutto”. E sono arrivate le telefonate. Quando hanno visto che non servivano si sono adeguati”. Intanto ieri sera sono stati identificati dal sistema di video sorveglianza due tifosi giallorossi autori dell’accensione di due fumogeni all’interno della curva nord. Per i due denuncia e Daspo. 

VERSO GLI OTTAVI –  Con la vittoria per 3-2 sul Bayer Leverkusen (arrivata dopo aver subito la rimonta dei tedeschi) i giallorossi hanno fatto un deciso passo avanti verso la qualificazione agli ottavi di Champions League. L’obiettivo ottavi di finale, dopo il successo di ieri, si è decisamente avvicinato secondo i bookmaker e la quota sui giallorossi è stata quasi dimezzata, passando da 2,40 a 1,30. Favorito e ormai a un passo dal passaggio del turno anche il Barcellona, primo in classifica, che affronterà la Roma il prossimo 24 novembre. Ma Luis Enrique non si fida di Dzeko (che ha twittato “Grande vittoria ieri”) & compagni: “Ultimamente le partite della Roma sono caratterizzate da una caterva di gol”, la prima osservazione di del tecnico spagnolo. “Cercheremo di far in modo che le reti siamo tutte a nostro favore. La squadra di Rudi Garcia sta disputando un buon torneo. Ora si avvicina la fase decisiva. Mi aspetto una partita molto difficile per noi. Comunque niente calcoli. Contro la Roma giocheremo per vincere”. Rischia di non far parte del match Ivan Rakitic; ieri sera al Camp Nou contro il Bate Borisov, il centrocampista croato si è procurato uno strappo al polpaccio.

NAZIONALI –  Prima della trasferta in terra catalana i giallorossi dovranno affrontare il Bologna dell’ex Destro allo stadio dall’Ara (costo del biglietto per il settore ospiti di 25 euro), sabato 21 novembre alle ore 18.00. Tredici giorni di stop dunque tra il derby e il match con i romagnoli dovuto alle soste delle nazionali, per le quali sono già arrivate le prime convocazioni. Il ct della Francia, Didier Deschamps, ha chiamato il terzino sinistro della Roma, Lucas Digne in vista delle amichevoli contro Germania (venerdì 13 novembre) e Inghilterra (martedì 17 novembre). “Lucas è tornato sui suoi livelli sia nella squadra di club dove gioca, sia in Nazionale”, ha dichiarato l’ex tecnico della Juventus. Il terzino francese, come riportato da Opta Jean, il profilo francese di Opta Sports, in questa stagione è stato protagonista in tre azioni che hanno portato a tre gol della Roma. Convocazione quindi meritata per Digne, così come per Gervinho con la Costa d’Avorio. L’attaccante è tornato ai livelli del suo primo anno alla Roma e la prossima settimana parteciperà alla doppia sfida con la Liberia, valida per il secondo turno delle qualificazioni ai Mondiali 2018.

MERCATO – “Penso che siamo molto competitivi e ottimamente rappresentati in tutti ruoli”, ha dichiarato ieri sera il direttore sportivo giallorosso Sabatini. Eppure nell’ombra qualcosa si sta muovendo. E’ di oggi infatti la notizia che il diesse giallorosso stia seguendo con insistenza il centrocampista del Siviglia, Ever Banega. Il 27enne è in scadenza di contratto con il club spagnolo, ed eventualmente potrebbe essere preso a gennaio ad una cifra inferiore rispetto alla valutazione reale del cartellino, o direttamente a giugno a parametro zero. Sbarcherà a Roma a gennaio il talento brasiliano Gerson, ma potrà essere tesserato dal club giallorosso solo a fine stagione. Secondo quanto riportato da calciomercato.it la Roma avrebbe deciso di dare in prestito al Frosinone il classe ’97 fino alla fine del campionato.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy