De Gregori: “Invidio a Venditti gli inni della Roma, sentirli è una bella botta d’emozione”

Il cantautore: “Le avrei volute scrivere io, ma non ero abbastanza pop”. Antonello: “Lui laziale? Macché…”

di Redazione, @forzaroma

Due cantautori che hanno scritto alcune tra le pagine più belle della musica italiana. Nel loro cuore, però, un posto speciale è per la Roma. Francesco De Gregori e Antonello Venditti sono stati ospiti di “Lui è peggio di me”, il programma sulla Rai condotto da un altro grande tifoso giallorosso come Marco Giallini, oltre a Panariello: “Le due canzoni che ha scritto Venditti sulla Roma gliele invidio – ha confessato De Gregori -. Quando guardo le partite in televisione, perché allo stadio non vado, e sento l’inno, uno prima e uno dopo se la Roma ha vinto, è una botta bella. Gliele invidio perché le avrei volute scrivere io. Ma non ero abbastanza pop”. Poi Panariello scherza con Venditti: “Ma Francesco è laziale no? Non ha mai scritto una canzone sulla Roma, è laziale”. “Ma no, macché – la risposta di Antonello – non ha scritto canzoni perché le ha lasciate a me…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy