De Canio: “Colpa nostra che abbiamo calato la guardia e ci siamo disuniti. Siamo immaturi”

di Redazione, @forzaroma

Ecco le parole di De Canio ai microfoni di Sky al termine di Genoa-Roma 2-4.

DE CANIO A SKY
Dopo i primi 20’ min cosa ha pensato ?
“gara comunque difficile, non dura partita 15’ min. in qualsiasi momento trovano colpo risolutore”.

 

Grande capacità di gestire il doppio risultato, ma è mancata qualità in mezzo al campo? “Probabilmente abbiamo abbassato la guardia, calato il livello di intensità e ci siamo disuniti invece di galvanizzarci e continuare a giocare. Ma la mia squadra ha anche parecchi giovani con non grande esperienza, non ci sono molti giocatori che hanno giocato tanto in serie A, nella gestione siamo ancora in difficoltà”.
Meriti e demeriti del Genoa?
“E’ chiaro che la Roma non poteva essere quella dell’inizio, ma dovevamo continuare con quell’intensità. Mancanza di maturità è mancata, abbiamo permesso di rientrare in partita alla Roma”.

 

Giocate bene a 300 all’ora, non con ritmi lenti. Oggi ha messo Bertolacci, dove lo trova un palleggiatore in mezzo?
“Il Genoa è andato in vantaggio perché ha certe caratteristiche ,ma non si possono esprimere per 90 minuti ma neanche per 15. Dobbiamo avere attenzione di farlo, quando non è possibile ci si deve difendere con più ardore”.
Sul 2-0 troppo indietro, lasciato palla alla Roma, nei primi minuti siete stati pericolosi: “Giusto, l’avevamo preparata così e dovevamo rimanere corti per tutta la partita, giocando anche in verticale. Ci siamo abbassati tantissimo poi e con le qualità che hanno…poi errori banali come nel primo gol, poi è chiaro che nel secondo tempo con le sue qualità ha ritrovato qualità ed entusiasmo e gli è stato più facile”.
Condizioni di Borriello?
“Non riusciva ad appoggiare neanche la caviglia, poteva peggiorare la sua situazione, abbiamo solo Immobile, è importantissimo per noi. Condizioni? Non so ora”.
Sempre una sua identità, ma pecca di non saper gestire la palla. Jorquera non ha dato una mano, vuole tornare sulle due punte?
“Sperando che Borriello non abbia problemi. Non abbiamo grandissimi palleggiatori, ma la circolazione della palla dovrebbe essere più facile anche con altri. Ci alleniamo tantissimo su circolazione di palla, deve essere prerogativa di squadra di Serie A, anche per gestire il vantaggio. Oggi ci abbiamo rinunciato e abbiamo pagato”
Mancato sviluppo esterno del gioco
“C’è anche il problema da quella parte, non avevo alternative, comunque la Roma con tre attaccanti volevo che avessero pressione. Fatto bene solo per poco tempo”

 

 

DE CANIO A MEDIASET
 Partenza strepitosa, poi rimonta della Roma.
“Abbiamo smesso presto di fare ciò che avevamo preparato. Sul 2-0 ci siamo seduti e abbiamo lasciato l’iniziativa alla Roma, che rientrando in partita ha ritrovato slancio ed entusiasmo. Noi abbiamo perso fiducia. Il terzo gol su palla inattiva ci ha tagliato le gambe. L’infortunio di Borriello poi ci ha lasciato in dieci. Non so ancora la gravità dell’infortunio, non riusciva a poggiare la caviglia. Vedremo domani gli accertamenti”.

 

 

Lei in questo momento cosa si sente di dire ai tifosi?
“Mi dispiace tantissimo. In questo momento più di questo non si può dire”.

 

 

Il Genoa non è capace di gestire e palleggiare. Come mai questo black out dopo 20 minuti?
“E’ una squadra che ha tanti bravi calciatori ma non tantissimi con esperienza di Serie A, soprattutto in mezzo al campo. Sono ragazzi che necessitano di maturare anche attraverso queste situazioni. Le partite non possono essere sempre giocate a mille all’ora, vanno anche gestite. Dobbiamo imparare”.
Metteresti ancora Jorquera dall’inizio al posto di Immobile? Osvaldo ha saltato libero sul terzo gol, un errore grave.
“Sulla prima domanda, certo che lo rifarei. Immobile ha giocato sempre fin qui, veniva da due partite con la nazionale. Era stato febbricitante negli ultimi giorni, ho pensato di utilizzarlo durante la gara. Volevo sfruttare l’entusiasmo e la qualità di Jorquera. Sul terzo gol mi sono arrabbiato. Abbiamo tanti saltatori bravi, prendere un gol del

 

Mancano dei leader in questa squadra giovane. E’ già successo con la Juve di partire bene e soffrire dopo.
“Per il futuro potrà essere un elemento di valutazione. Ora ci sono questi giocatori e dovremo imparare in fretta. E’ un peccato non riuscire a gestire la partita e perdere com’è accaduto oggi. Con tutto il rispetto per la Roma, se in casa vinci 2-0 devi anche avere l’ardore agonistico per 90′ per portare a casa tre punti”.

 

La settimana prossima c’è una gara importante. Si sente in discussione?
“Quello che sento è di aver perso una partita che potevamo vincere. Questo mi fa rabbia. Sono in discussione quelli che vincono tutte le partite e i campionati, figuriamoci io…”

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy