DaGrosa: “Un nuovo club entro ottobre. Il City un modello, ecco come voglio raggiungerlo”

DaGrosa: “Un nuovo club entro ottobre. Il City un modello, ecco come voglio raggiungerlo”

L’imprenditore americano accostato alla Roma: “Il Covid ci dà l’opportunità di acquistare sia un club che i giocatori a un prezzo più basso”

di Redazione, @forzaroma

Joe DaGrosa è il nome nuovo per la Roma. L’uomo d’affari americano è entrato in contatto con Pallotta e potrebbe diventarne socio. Nei giorni scorsi l’ex proprietario del Bordeaux ha rilasciato un’intervista a “Shields Gazette” in cui ha parlato del suo progetto – tramontato – di acquistare il Newcastle ma soprattutto dei progetti futuri.

“Il Newcastle è un club fantastico. I sauditi stanno cercando di acquistarlo, e sembra che siano abbastanza vicini. Questo era il profilo del club che vorremmo acquistare. Ce ne sono anche altri che sono nei nostri progetti, ma questo è esattamente il tipo di club che stiamo cercando.

“Non stiamo guardando a uno dei top club, anche solo per un discorso di costi, ma ce sono altri che sembrano molto interessanti. Ci sono anche istituti di credito che ora si trovano di fatto proprietari di club che sono mal equipaggiati per gestirli, quindi si stanno dando da fare cercando di capire cosa fare. Questo fa nascere un’opportunità per fornire liquidità al mondo del calcio e dal nostro punto di vista è un’opportunità per acquistare i club con uno sconto. E probabilmente c’è la possibilità ancora più grande di ottenere alcuni grandi giocatori a prezzi più bassi rispetto a quelli abituali”.

DaGrosa spera di completare un accordo per l’acquisto di un club di alto livello entro ottobre, per poi espandere i suoi interessi in tutto il mondo e acquistare alcuni “club satellite”, in un modello simile a quello impiegato dal Manchester City. Il suo nuovo gruppo – The Kapital Football Group – vede l’opportunità di creare un gruppo in grado di competere con quello di City, ma a un costo molto più basso.

“Esiste davvero una grande opportunità per costruire una piattaforma simile al City Football Group, in un periodo di tempo molto più breve e ad un costo molto più basso. Loro hanno fatto un ottimo lavoro, ma l’effetto del COVID-19 ha portato a possibilità che non esistevano. Pensiamo che sia un ottimo modello,  ma siamo in un momento in cui pensiamo che possa essere fatta la stessa cosa in meno tempo e a prezzo più basso. Vorremmo avere il nostro primo club entro settembre o ottobre”, continua Da Grosa. “Dipende dai tempi della finestra di mercato estiva, perché è difficile acquistare un club durante il calciomercato. Penso che entro 12 mesi avremo completato facilmente la fase uno: un club di ancoraggio, un club satellite e tre accademie. Per la seconda fase, che prevede altri quattro club satellite e sei accademie, serviranno altri 12 mesi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy