Da Orlando a Osvardo, Roma-Genoa vista da Kansas City 1927

di Redazione, @forzaroma

Er tifoso giallorosso lo sa. L’occasione è quasi irripetibile. L’avversari hanno rallentato, se so fermati a vicenda, hanno messo er freno a mano.

L’avversario nostro l’ultima volta che ha vinto fori casa Topolino faceva ancora solo l’attore e no er procuratore, e oggi c’ha pure nsacco de assenti. Le condizioni so favorevoli, è na partita da dentro o fori, la squadra è chiamata alla prova de maturità. Alla luce de tutto questo er tifoso giallorosso lo sa: stasera nse vince. Se almeno Cavani non avesse segnato er secondo, se se fossero allungate le distanze, allora na mezza speranza de fa 3 punti ce sarebbe ancora, ma mo che sta partita c’ha un senso, ndo cazzo annamo. Quest’anno è così, se sa, annamo tarmente discontinui che i gamberi se so straniti: “Oh non famo che mo quello è er passo daa Roma, ce sta tanto de copyright”. Però ce se prova, nsia mai.

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy