Curva Sud, ‘Padroni di casa’: “Su di noi solo menzogne. Non accettiamo compromessi”

Comunicato dello storico gruppo del tifo romanista: “Occorre fare un po’ di chiarezza perché non vogliamo più far parte del vostro teatrino”

di Redazione, @forzaroma

In seguito ad alcuni articoli pubblicati sui quotidiani odierni, riceviamo e pubblichiamo questo comunicato di risposta dello storico gruppo della Curva Sud “Padroni di Casa”:

“Siamo stati fino ad ora in silenzio ad osservare divertiti il solito teatrino che il sistema metteva abilmente in piedi per sbattere nelle prime pagine dei giornali gli Ultras e nello specifico i Padroni di Casa. Abbiamo letto i nostri nomi sui giornali, nelle lunghe informative della Digos, abbiamo letto di trame nere ed affari di cui noi dovremmo essere i protagonisti. Ci hanno svegliato la mattina presto, hanno perquisito le nostre abitazioni senza avere un mandato, ci hanno diffidato nonostante il tribunale ci desse ragione. Tutto questo è successo e Noi sempre in silenzio ne abbiamo preso atto. Seppur ingiustamente. Ma adesso occorre fare un po’ di chiarezza perché non vogliamo più far parte del vostro teatrino. Padroni di Casa non c’è più da 4 anni, da 7 anni non espone più il suo striscione in curva sud. Padroni di Casa non fa “saldature” o accordi con nessun gruppo oggi. Nessuna persona o gruppi possono parlare a nome nostro. Siamo stati promotori di molte iniziative benefiche, per una questione di stile non le staremo ad elencare. Abbiamo fatto striscioni di solidarietà per operai della tyssen group uccisi sul lavoro. Striscioni sulla giustizia sociale e contro i costruttori. Striscioni che chiedevano giustizia per tutti quei ragazzi uccisi dallo Stato. Non per ultimo abbiamo sempre sostenuto l’As Roma in casa e in trasferta, in Italia e in Europa. Rivendichiamo la battaglia portata avanti contro la tessera del tifoso e contro la repressione attuata dai diversi governi di tutti i colori. Padroni di Casa non rinnega le sue origini e la sua appartenenza ideologica. Lo stile che ci ha sempre contraddistinti fuori dagli schemi. Rispediamo al mittente le frasi deliranti su improbabili associazioni e su accordi con altri gruppi in nome poi di chissà che cosa. Il tempo sarà galantuomo. Tutto il nostro disprezzo per la stampa di regime, per quella parte della magistratura che vorrebbe colpire chi è veramente libero e chi a testa alta non ha accettato e non accetterà mai nessun compromesso. E adesso continuate a riempire di menzogne le pagine dei vostri giornali. Torniamo nel nostro silenzio e vi lasciamo ai vostri fantasmi…PADRONI DI CASA”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy