Crollo Roma a Napoli: il ritorno dalla Romania solo venerdì all’alba

I giallorossi cadono malamente al ‘San Paolo’, ma possono recriminare per una settimana difficile

di Redazione, @forzaroma

La Roma è crollata a Napoli. Una sconfitta senza appello e, come ammesso anche da Fonseca, senza dubbio meritata. Perdere contro gli azzurri non è così clamoroso, ma di certo non ci si aspettava uno 0-4 così pesante. Oltre a quello che si è visto in campo, però, come riporta ‘gazzetta.it’, alla base del brutto ko possono esserci anche altri fattori. Come la stanchezza dei giallorossi dopo la trasferta di Europa League: a Cluj c’è stato tanto turnover, ma la squadra non fa un allenamento vero da martedì scorso. Poi la rifinitura, quindi la partita giovedì, lo scarico di venerdì a la nuova rifinitura di sabato. Anche il Napoli ha avuto l’impegno europeo, ma in casa e sicuramente gli uomini di Gattuso sono rientrati ben prima della Roma, che invece è tornata nella capitale addirittura venerdì mattina all’alba dalla Romania.

Alla lunga e stressante trasferta di Cluj-Napoca si possono aggiungere le condizioni precarie di Mancini e Ibanez che non si erano mai allenati, poi l’uscita dal campo di Veretout e le non perfette condizioni della caviglia di Cristante. Oltre alle assenze di Smalling, Fazio, Kumbulla e Santon. Dzeko è tornato al ‘San Paolo’, ma a un mese dall’ultima da titolare: il bosniaco ha toccato appena 16 palloni, deve ritrovare la forma dopo il Covid, sembrava avesse difficoltà anche a correre e calciare con forza. La Roma in campi ne ha risentito, tradita anche dalle serate no di Mkhitaryan, Pedro e Mirante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy