Cosmi: “La Roma ha beneficiato della personalità di De Sanctis. Totti? Buono per qualsiasi nazionale del mondo”

di finconsadmin

Serse Cosmi ha voluto dare il suo parere in merito alla sfida di stasera tra Roma e Napoli, con una panoramica a tutto tondo sulla squadra e il tecnico Rudi Garcia, soffermandosi in particolare su Morgan De Sanctis:
Come giudica i primi mesi De Sanctis in giallorosso?
“La sua qualità migliore è senza dubbio la personalità, oltre alla professionalità e la meticolosità con cui interpreta il suo ruolo. Ma al di là di tutto, credo che la Roma avesse bisogno di un portiere ma anche di una persona con queste caratteristiche”. le sue parole a vocegiallorossa.it

 

Cosa ricorda di lui in qualità di uomo spogliatoio?
“Lui ha questa maniera di coinvolgere tutti, di richiamare l’attenzione dei compagni sembrando a volte anche esasperato. Però con il tempo ti accorgi che è una qualità essenziale per il reparto difensivo perché spesso i gol si subiscono per deconcentrazione”.

Roma-Napoli?
“Mi aspetto una partita equilibrata per i valori espressi dalle due squadre. Almeno nelle ipotesi, poi si sa che le partite sono sempre condizionate da altri fattori”.

Si aspettava un inizio del genere da parte di Rudi Garcia?
“No, ma credo che non se lo aspettasse neanche lui come non se lo aspettava nessuno. È una situazione quasi storica, perché poi un allenatore straniero in Italia deve inizialmente capire il nostro calcio, ma lui è stato bravissimo a comprendere immediatamente dove si trovasse ed è stato anche fortunato”.

Totti e la Nazionale. Cosa ne pensa di un suo ritorno?
“Totti se sta bene giocherebbe in qualsiasi Nazionale del mondo, figuriamoci nella nostra in cui ci sono solo due fuoriclasse che sono Balotelli e Pirlo. Per cui aggiungerne un altro sarebbe una bella cosa. Ma il discorso della condizione vale per tutti, anche per uno come Pirlo che fa la differenza se sta bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy