Coppa Italia: tra ordine pubblico e tv, i derby Roma-Lazio sono già un caso

Da quattro anni biancocelesti e giallorossi non si sfidano in orario serale, vincerà la tutela dell’ordine o la programmazione televisiva?

di Redazione, @forzaroma
Con la vittoria di ieri contro il Cesena, la Roma si è qualificata per le semifinali di Coppa Italia, dove ad aspettare i giallorossi c’è la Lazio. Sarà derby. E questo già assume i contorni del caso. Dal 2013, a causa dei comportamenti violenti tenuti spesso da entrambe le tifoserie, l’allora prefetto di Roma fu costretto a imporre che le stracittadine della Capitale si disputassero solo di pomeriggioSu otto sfide, sei di queste si sono infatti giocate alle 15. Uniche due eccezioni, la finale di Coppa Italia del 2013 (alle 18 del 26 maggio), così come la gara di ritorno della stagione 2014-15, datata 25 maggio.
Come riporta Gazzetta.it, la differenza tra il periodo primaverile e quello in cui si giocheranno l’andata e il ritorno delle semifinali di Coppa Italia è fondamentale. L’1 marzo, data della prima sfida tra Roma e Lazio, la situazione di luce naturale non sarà ancora possibile. Qualcuno, dunque, dovrà piegarsi alla volontà dell’altro: o si proverà a dare fiducia alle due tifoserie, disputando la gara di sera, o si continuerà nel solco degli ultimi tre anni e mezzo, giocando il derby in un orario – le 15 di mercoledì – che non favorirà né il massimo ascolto televisivo, né, tantomeno, la presenza di pubblico allo stadio.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy