Continuano i contatti tra la Roma e Dzeko. In pole anche Luiz Adriano. Gervinho: “Mai fatte richieste oscene”

Nuovi colloqui per Luiz Adriano, anche se i bookmakers puntano Dzeko come il nuovo centravanti giallorosso. Romagnoli come Bertolacci? Il Milan, senza coppe, non rinuncia al difensore ma no allo scambio con El Shaarawy

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

Il primo nome sulla lista resta Edin Dzeko. La Roma non molla l’oggetto del desiderio per l’attacco del futuro e proseguono i colloqui per il centravanti del Manchester City. L’ottimismo a riguardo non manca (anche i bookmakers vedono per il bosniaco un futuro in giallorosso) ed il primo ad accogliere Dzeko nella Capitale sarebbe il suo connazionale, Miralem Pjanic che proprio pochi giorni fa ha detto: “Edin verrebbe di corsa alla Roma e l’ingaggio non è un problema perchè si aggiusterebbe, ma dipende dalla società”. Società, quella giallorossa, che però sembra tornare alla carica anche per Luiz Adriano. Nel mirino della Roma anche lo scorso gennaio, il brasiliano è sempre più vicino a lasciare lo Shakhtar. E la società ucraina spera che l’addio si consumi questa estate, così da poter monetizzare grazie a questa cessione. Spesso, sulla questione Luiz Adriano, è intervenuto l’allenatore dello Shakhtar, Mircea Lucescu, per ribadire che il club intende privarsi dell’attaccante per la cifra richiesta. Un’offerta per Adriano l’aveva fatta l’Al Ahli, ma il giocatore ha rifiutato la destinazione araba, così l’affare è saltato. Lucesco, pochi giorni fa, ha rivelato la cifra (definendola “soddisfacente per il club”): 8 milioni per il cartellino del brasiliano. Indirettamente, dunque, ha svelato la richiesta dello Shakhtar anche alle altre pretendenti. Tra queste, come detto, c’è la Roma ma anche il Milan è interessato.

 

GERVINHO: “RICHIESTE OSCENE? NIENTE DI VERO” – L’Al Jazira, ieri, ha spiegato il motivo per cui è saltata la trattativa con la Roma per Gervinho. La colpa, a detta dei vertici del club arabo, risiede in alcune richieste contrattuali (ritenute e definite “oscene”) che l’ivoriano avrebbe avanzato. “Non so da dove sono uscite queste informazioni, ma è tutto falso – ha tuonato Gervinho da Abidjan  Non ho fatto alcuna richiesta in tal senso. Quando firmo da qualche parte, non sono interessato a tutti questi aspetti e non faccio questo tipo di richieste. Tutto quello che è stato raccontato in questi giorni non è assolutamente vero”.

 

IL MILAN TENTA ROMAGNOLI – Ieri l’agente del difensore aveva chiuso ad un possibile trasferimento del suo assistito verso il club rossonero perchè “non gioca le Coppe”. Alessio Romagnoli vuole impegnarsi in palcoscenici internazionali e questa possibilità la ha con la Roma, forte della sicurezza di giocare la Champions partendo dalla fase a gironi, e certamente la avrebbe anche con la Juventus. Però non è dai bianconeri che è pervenuta un’offerta per il difensore classe 1991, bensì dal Milan. Preso già Andrea Bertolacci, da Milanello tentano un altro colpo in casa Roma. Mirino su Romagnoli e 18 milioni offerti alla società per provare a strappare Romagnoli. La Roma ne chiede 30, per ribadire, o quasi, che l’ex Samp non è nella lista delle cessioni. Tanto meno a Trigoria sono disposti ad uno scambio. L’ipotesi era di lasciar partire Romagnoli per far approdare nella Capitale Stephan El Shaarawy. Una pista chiusa subito dall’entourage dell’attaccante“Non c’è nulla di vero”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy