Continua la preparazione in vista del Cagliari; il ritorno di Totti e le novità per il mercato di Gennaio

di finconsadmin

(di Chiara Montalbano) Dopo la sosta, fondamentale per il recupero degli infortunati ma non rigenerante per i giocatori impegnati con le proprie nazionali, i giocatori fin’ora assenti devono ripartire e i presenti continuare la preparazione in vista della sfida di lunedì contro il Cagliari. Ed è scongiurando contro i gufi che Borriello e Totti intendono iniziare la settimana; il numero 88 della squadra giallorossa infatti twitta una foto che ritrae i due che fanno le corna con scritto “Dedicato ai gufi: stiamo tornando”.

 

RITORNI

Totti La notizia più attesa di ieri è arrivata da Villa Stuart, quando sono giunte le risposte dopo la visita con il Dottor Mariani: sono state le migliori possibili; la lesione miotendinea alla coscia destra è quasi rimarginata. Con questo risultato il capitano giallorosso ha ottenuto il via libera per iniziare a “forzare un po’ la mano” dopo che ieri, nel giorno di riposo della squadra, ha già provato i cambi di ritmo ed è tornato ad «assaggiare» il pallone; da oggi potrà aumentare i carichi di lavoro. Il programma prevede una settimana di allenamenti sempre più intensi.

Destro Dovrebbe fare lo stesso percorso ma con una settimana di anticipo; dopo la partitella e gli ultimi allenamenti conclusi senza accusare noie al ginocchio, finalmente è arrivato l’ok dei medici a Garcia: il centravanti è «convocabile» a partire da Roma-Cagliari di lunedì prossimo.

Gervinho Sarà disponibile da subito al 100% , è rientrato a Roma e ha partecipato oggi alla doppia seduta in programma. L’ivoriano stavolta si è «gestito» in Nazionale, ha contattato giorno per giorno i medici del club (anche ieri) ed è pronto a giocare.

Borriello Allenamento differenziato ma ce la farà per il Cagliari.

Benatia Il dolore al polpaccio infortunato a Torino non diminuisce, ieri era a Trigoria per svolgere una seduta di fisioterapia e oggi si è allenato da solo. Le sue condizioni saranno valutate giorno per giorno, ma la sua presenza col Cagliari è ancora a rischio.

 

MERCATO:

Gioielli giallorossiAdvocaat Dixit mette in allarme i tifosi giallorossi con le sue dichirazioni:
Strootman è un esempio di professionalità. Sono rimasto molto stupito del fatto che la scorsa estate non sia finito in un club di prima grandezza in Europa. Ma se continuerà a esprimersi su questi livelli, non credo che rimarrà a Roma a lungo. Lo vedo destinato a finire in un team del calibro del Manchester United”.
Ma quest’ anno sono tanti i calciatori giallorossi a brillare e per cui si potrebbe fare lo stesso discorso caro Advocaat: c’è Benatia che ha contribuito largamente all’ imbattibilità della squadra capitolina dopo dodici giornate insieme a Castan che sta facendo un ottimo lavoro, anche il giovane Florenzi e idem per l’ivoriano Gervinho che è stato fermato solo dall’infortunio. Per non parlare di De Rossi, a cui sono bastati pochi mesi per riconquistarsi il gradimento europeo. Un elemento a rischio è Ljajic, che nell’accordo con la Roma ha inserito una clausola sufficientemente alta, per cui può partire se una società qualsiasi si presenta ed è disposta a coprire la cifra indicata dal contratto.

Possibili arrivi Le novità del mercato di gennaio da integrare alla rosa romanista toccano tanti nomi.
Per quanto riguarda la difesa : per la prossima stagione piacciono il colombiano Balanta (River Plate), e  Rojo (Sporting Lisbona) che con la nazionale argentina viene impiegato a sinistra e anche Petar Golubovic, 19 anni, terzino destro dell’Ofk Belgrado. In Sudamerica danno per ben avviata la trattativa per Paredes (Boca Juniors) ma Sabatini non perde di vista quanto sta accadendo a Ramirez (Southampton). Uno degli ultimi ingressi nella lista mercato giallorossa è Nemanja Vidic, roccioso centrale del Manchester United che è in scadenza di contratto con gli inglesi: non sembrano esserci margini per il rinnovo ed a gennaio potrebbe ritrovarsi al centro di un’asta di mercato veramente interessante.
In attacco: ci sono stati contatti con il Verona per Iturbe, ma a gennaio è probabile anche qualche partenza; con l’Inter si studia lo scambio Marquinho-Kuzmanovic mentre Caprari dovrebbe partire e Borriello ha richieste da mezza serie A. Walter Sabatini lavora a fari spenti su diverse piste più o meno concrete: il sogno è sempre Javier Pastore, fantasista che al Psg non sta trovando le conferme che cercava, per lui si pensa ad un prestito semestrale; inoltre tiene sempre banco la candidatura di Quagliarella (se Borriello dovesse andare via), e sono sotto controllo i “francesi” Djordjevic, Kalou e Cvitanich.

 

ALLENAMENTI DOPPIA SEDUTA

Mattina Durante la seduta mattutina Garcia non aveva a disposizione a causa delle nazionali: Lobont, Torosidis, Jedvaj, Maicon, Strootman, Bradley e Pjanic che torneranno domani.
Totti anche questa mattina è sceso in campo con Vito Scala; si è allenato con gli scarpini a differenza dei giorni precedenti che effettuava gli allenamenti con le scarpe da ginnastica e ha svolto una corsa leggermente più  intensa sul lato lungo del campo e meno sul lato corto.
Borriello, Balzaretti e Benatia hanno svolto lavoro differenziato in campo, mentre Florenzi ha aperto la seduta con i compagni, prima di proseguire con la fisioterapia. Assente Marquinho per stato febbrile.

Pomeriggio Dopo la seduta di questa mattina, torna ad allenarsi la Roma di Garcia: nella sessione pomeridiana, all’insegna del lavoro in palestra, si sono riaggregati al gruppo anche De Rossi il quale ha sostenuto degli esami strumentali che hanno evidenziato una lieve infiammazione post-traumatica all’alluce del piede sinistro e Gervinho; la squadra è stata impegnata in una sessione di lavoro atletico: core stability, addominali e potenziamento agli arti superiori. Borriello in campo con il preparatore Franceschi.

 

STADIO 

E’ un percorso in salita il progetto per il nuovo stadio della Roma; a compliare il tragitto ci sono intrecci che si annodano tra ostacoli e ripicche; anche questa volta si dovrà lottare per farsi valere e raggiungere gli obiettivi prefissati. Come riporta l’edizione odierna del «Corriere dello Sport»James Pallotta ha fissato l’obiettivo nel 2018, quando avrà compiuto 60 anni, affinché la squadra giallorossa abbia la sua casa per sempre.
Ma sono tantissimi gli elementi che alzano il punto interrogativo intorno all’ambizione di Pallotta. Prima di Natale, intanto, si aspettano sostanziali rivelazioni da parte della proprietà americana su questo importante argomento.

 

Concludiamo con un altro tweet; questa volta non riguarda giocatori ma Mark Pannes che commenta:

“Agosto 2013: i critici non vedevano le strategie della Roma, attaccavano il mercato estivo di trasferimenti. Ops. Oggi: 10 vittorie, 2 pareggi, 0 sconfitte. 32 punti. Primo posto”.

Poi rincalza: “Ora i critici non vedono il progetto dello stadio della Roma, lo attaccano con un design ancora non svelato e un masterplan non annunciato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy