Cicinho parla di Heinze: “E’ matto, a Roma diceva che Totti non doveva essere capitano”

Queste le parole dell’ex giallorosso: ”Nella Capitale non era ben visto né dagli italiani, né dai brasiliani e neanche da un connazionale come Osvaldo”

di Redazione, @forzaroma

Cicinho dopo tanto tempo torna a parlare della Roma e della sua esperienza. E lo fa dai microfoni di ArenaSBT, programma del quale è diventato opinionista fisso, quando gli chiedono di Heinze, suo compagno di squadra in giallorosso, che potrebbe diventare il tecnico del Palmeiras: “Lui è matto – dice Cicinho – A Roma, dopo un mese, diceva che Totti non doveva essere capitano. E dopo che lo ha detto ha giocato solo due volte. A Roma non potevi parlare così di Totti. Se viene al Palmeiras dopo poco tempo litigherà con Felipe Melo, ve lo dico subito. A Roma, come giocatore, non era ben visto né dagli italiani e né i brasiliani e qualche argentino, tipo Osvaldo, aveva qualche remora nei suoi confronti. Non so come allenatore come potrebbe essere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy