Champions, Balbo: “La Roma ha l’organico giusto per passare il turno”

“In campionato il gap con la Juve è certamente ridotto. Gli scudetti non si conquistano vincendo le sfide con i bianconeri o un derby, ma facendo punti con le squadre di medio-bassa classifica”

di Redazione, @forzaroma

“Rispetto alla scorsa annata, sicuramente sarà meno complicato per la Roma, che, escluso il Barcellona, se la gioca con le altre, Leverkusen in primis. Quindi dico che ha certamente più possibilità di qualificarsi” ha detto Abel Balbo intervistato da calcionews24.com.

Crede che i nuovi giocatori che ha adesso Garcia a disposizione possano fare la differenza in questo genere di competizione?
“La Champions League è la competizione in assoluto più dura per club, ma la Roma ha l’ organico giusto per poter passare il turno. Molto ovviamente dipenderà dai sorteggi che avverranno dopo i gironi, perché squadre come il Bayern Monaco, il Real Madrid o le due di Manchester sono tutte avversarie che sono al di sopra dei capitolini”.

Spostandoci all’ interno dei nostri confini, a suo avviso, il mercato fatto dalla Roma fin qui ha colmato il gap sulla Juventus?
“Aver preso dei giocatori non sempre può voler dire di aver colmato una distanza, dipende tutto dal loro rendimento. Se guardiamo però gli acquisti teoricamente è una Roma più forte rispetto a quella dell’ anno scorso, ma ovviamente sarà il campo a dire se sarà così o meno”.

Pronti via e domenica alle 18:00 ci sarà subito Roma-Juventus. Che partita sarà?
“Sarà una sfida molto equilibrata e sarà un episodio a determinare il vincitore della partita. Penso che la Roma avrà comunque una grande opportunità di fare suoi i tre punti, dato che i bianconeri hanno delle importanti assenze, soprattutto in mezzo al campo, con 2 componenti della mediana titolare fuori per infortunio, come Marchisio e Khedira. I giallorossi invece sono praticamente con tutti gli effettivi disponibili”.

A livello psicologico una vittoria o una sconfitta contro la Juventus quanto può incidere?
“Siamo solo alla seconda di campionato, quindi dico quasi niente, perché per vincere un campionato bisogna avere una forza mentale e una motivazione che dura per tutte le partite. Gli scudetti non si conquistano vincendo le sfide con la Juve o un derby, ma facendo punti con le squadre di medio-bassa classifica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy