Castan: “Faccio ogni giorno doppia seduta, sono ritornato un calciatore. Darò il meglio”

“Io penso sempre che per vincere serve il gruppo. Io la penso così e continuerò a farlo. Secondi perchè non c’ero io? Anche con me il primo anno è stata la stessa cosa”

di Redazione, @forzaroma

Castan parla ai microfoni di SkySport del suo momento e della Roma. Ecco le sue parole:

 

Come stai?
Ho perso la vacanza, ma sono contento, sono tornato a lavorare, anche oggi ho fatto una doppia seduta e ho finito un po’ presto per vedere il footvolley.

Hai avuto paura di non poter ritornare a fare le tue sedute?
Si, ho avuto paura, ma grazie a Dio ho avuto molti amici vicino a me e ora sono ritornato più forte di prima.

In che consistono le tue sedute?
Cose normali, tutto. Sono tornato a essere un giocatore normale.

Ora con Castan si vince lo scudetto…
Magari, per vincere bisogna stare tutti insieme, vediamo cosa possiamo fare.

Ti piace il footvolley?
E’ diverso dal calcio, si gioca con la palla alta, mi piace, anche se non sono fortissimo. Mi piace giocare e vedere, è una cosa molto brasiliana, al mare, sulla spiaggia.

Quanto sei mancato alla Roma?
E’ difficile dirlo, non mi piace dire questo. Io penso sempre che per vincere serve il gruppo. Io la penso così e continuerò a farlo, non che senza di me siamo arrivati secondi. Anche con me il primo anno è stata la stessa cosa.

In questa assenza ti sei sentito con Strootman, vi siete sostenuti?
Si, non è facile arrivare alla partita sul divano a guardare i compagni, io sono sempre stato in campo. Ma ho avuto pazienza, forza e coraggio per tornare in campo. Ora voglio guardare avanti e fare il meglio possibile.

Ti vedremo regolarmente  in ritiro?
Si, se non cambia niente si. Il 6 luglio sarò con loro a Pinzolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy