Cassano: “Pochettino come Di Francesco. Eusebio è passato dall’essere un dio all’esonero”

L’ex attaccante della Roma elogia Fonseca: “Ha la personalità che serve a Roma e mi piace anche perché ha un’idea offensiva di gioco. Kluivert non riesce ancora a determinare, mi aspetto che sia decisivo”

di Redazione, @forzaroma

La Roma supera alla grande l’Istanbul Basaksehir e si porta a un passo dalla qualificazione ai sedicesimi di finale. Una prestazione che ha messo d’accordo decisamente tutti, compreso Antonio Cassano che ha elogiato Paulo Fonseca. “Ha dato un’idea offensiva di gioco, la Roma è una squadra da campionato europeo. In Italia fa qualche buona gara e altre meno, mi piace molto come squadra ed è propositiva, gioca all’attacco”, ha detto l’ex fantasista giallorosso ospite negli studi di ‘Sky Sport’.

Cassano parla ancora del tecnico portoghese: Fonseca mi piace perché ha personalità, su Florenzi è stato chiaro, gioca se merita e non perché lo spingono i giornali. E’ la personalità che ci vuole a Roma. Kluivert è giovane, giocare a Roma non è semplice, è un giocatore che quando parte è bello da vedere, è veloce e rapido, ma da quel giocatore mi aspetto una giocata decisiva, un assist. Ho paura che ancora non abbia quella personalità per determinare. E’ cresciuto, ma gli manca ancora qualcosa. Poi un paragone tra Pochettino, esonerato dal Tottenham dopo i cattivi risultati a pochi mesi dalla finale di Champions, e Di Francesco: “Eusebio a maggio era in semifinale di Champions, che se gli danno il rigore di Arnold è in finale. In pochi mesi dall’essere dio lo hanno mandato via”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy