Caso Banega, Siviglia costretto agli allenamenti distanziati per evitare il contagio

Caso Banega, Siviglia costretto agli allenamenti distanziati per evitare il contagio

Il centrocampista sorpreso in discoteca senza rispettare le regole anti-covid. La squadra svolgerà tutte le analisi necessarie e poi riprenderà gradualmente a lavorare in gruppo

di Redazione, @forzaroma

Con la Liga passata in cavalleria, in casa Siviglia tiene banco il caso Banega. Gli spagnoli ieri hanno ripreso il lavoro in vista della sfida di Europa League con la Roma, ma la notizia del centrocampista sorpreso a ballare senza distanziamento in discoteca, ha costretto la squadra a lavorare mantenendo il distanziamento, come nell’immediato post lockdown. Una mossa precauzionale voluta del club, che ha anticipato l’attuazione del protocollo e ha deciso di tenere lontani i giocatori finché non saranno stati fatti tutti i controlli del caso.

Dodici dipendenti del locale incriminato sono stati trovati positivi. Una situazione che preoccupa gli andalusi, che hanno ordinato analisi a ogni livello per tutto il gruppo squadra, dirigenti compresi. Per quanto riguarda Banega, riporta il Mundo Deportivo, non è stato reso noto se si trovi in isolamento o se abbia invece preso parte alla seduta di allenamento odierna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy