Cappioli: “Vi racconto Totti, da pischelletto ad oggi”

L’ex giallorosso Cappioli racconta del giovane Francesco Totti, come l’ha conosciuto e di come l’ha vissuto

di finconsadmin

Massimiliano Cappioli era presente il quattro settembre di vent’anni fa quando Francesco Totti segnò il suo primo gol in serie A. Una data storica e Cappioli, a tuttomercatoweb.com, racconta quei momenti ma anche i suoi ricordi sul Totti ragazzino.

Riavvolgiamo il nastro e torniamo indietro di quattro lustri…
“Quel gol me lo ricordo certamente ma già da tempo si parlava di Francesco di un predestinato. Fin dalle giovanili erano chiarissime le sue qualità ma mi stupì la sua esperienza in campo. Con le sue giocate sembrava già molto maturo”.

Lei comunque gli dava qualche consiglio?
“Glieli davamo quasi tutti. Francesco del resto aveva la capoccia dura (ride, ndr). Era un pischelletto e scherzava parecchio anche nello spogliatoio, come lo vediamo adesso”.

Si aspettava una carriera così lunga?
“Ero assolutamente convinto che sarebbe diventato un top player. Se sta andando avanti così e se continua ad essere decisivo, è merito suo. Ha saputo comportarsi da professionista, attraverso una sana alimentazione e un comportamento da atleta. Non beve, non fuma ed è integro”.

Quanto andrà avanti ancora?
“Conoscendolo, almeno per altri due anni. E se qualche volta dovesse andare in panchina, un po’ gli roderà…”.

Potrà essere l’anno dello scudetto?
“Sì, perchè anche se la Juve, è forte la Roma ha la rosa per vincere il tricolore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy