Caos Roma, Cervone: “Da giocatore avrei preso a cazzotti Ed Lippie”

Caos Roma, Cervone: “Da giocatore avrei preso a cazzotti Ed Lippie”

Al veleno l’ex portiere giallorosso: “l problema è che si da spazio a gente che fa uscire queste cose, ai riportini”

di Redazione, @forzaroma

Giovanni Cervone, ex portiere giallorosso, parla del Romagate emerso dall’articolo de La Repubblica. Non usa mezzi il termini ai microfoni di Rete Sport:

“Ed Lippie non solo non potrebbe lavorare più a Trigoria, chi fa la spia è un uomo di m….Gli uomini sono un’altra cosa. Se a Pallotta è arrivata quest’email a dicembre perché non ha fatto niente? Un presidente avrebbe preso il primo aereo e sarebbe venuto qua. Io non credo neanche se lo vedessi con i miei occhi a un De Rossi traditore. Il problema è che si da spazio a gente che fa uscire queste cose, ai riportini. Persone cosi andrebbero prese per le orecchie e buttate per strada. Se io giocatore avessi saputo una cosa del genere gli avrei dato due cazzotti in testa a Ed Lippie”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy