Canovi: “Lo United non si è comportato male nella questione Smalling”

Queste le parole del procuratore: ”Averlo lasciato finora nella Capitale è stato un segno di buona volontà”

di Redazione, @forzaroma

Dario Canovi, famoso agente di mercato, ha parlato ai microfoni di TMW Radio sulla situazione Smalling in casa Roma. Queste le sue parole:

Che sta succedendo a livello societario in casa Roma?
So quello che ho sentito in giro, finalmente ci sarà il cambio di proprietà. Questo si mormora in ambienti ben informati e sono convinto che sia così. Non credo ci siano altri investitori non americani. Credo che ci sia ancora Friedkin.

E il mercato lo farebbe la vecchia proprietà?
Non credo, anche se non conosco gli accordi. La prima cosa che un nuovo proprietario fa è quello di mettere al lavoro un nuovo personale. Non credo che Baldini, legato a Pallotta, sia lasciato libero di fare mercato.

Che ne pensa del comportamento dello United con Smalling?
Se non si sono riusciti a mettere d’accordo, è giusto che il Manchester abbia deciso di non rischiare la salute del suo calciatore. Non si può dire che sia stato un cattivo comportamento. Averlo lasciato finora era un segno della buona volontà. Ma dopo la buona volontà, ci vogliono i fatti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy