Calafiori: “Pensavo di non farcela, ma De Rossi mi è stato vicino”

Calafiori: “Pensavo di non farcela, ma De Rossi mi è stato vicino”

Il terzino aggiunge: “Il chirurgo che ho incontrato appena arrivato mi ha dato fiducia e forza, ero sicuro del buon esito dell’operazione”

di Redazione, @forzaroma

Riccardo Calafiori, terzino della Roma Primavera, dopo il calvario parla del suo ritorno in campo e lo fa ai microfoni della tv del club. Queste le sue parole:

“È stato un anno difficile, sicuramente il più impegnativo sia dal punto di vista calcistico che umano”.

La dedica di Dzeko?
Stavo guardando la partita in ospedale e non mi aspettavo un gesto simile. Durante la stessa partita, Kluivert aveva esultato mostrando la maglia dedicata a Nouri, il suo amico. È stato bellissimo vederlo, non ci credevo.

L’operazione in America?
Il viaggio sicuramente è stata la cosa più difficile che ho affrontato, avevo un ginocchio tre volte più grande dell’altro, avevo la febbre e mi sentivo insicuro. Il chirurgo che ho incontrato appena arrivato mi ha dato fiducia e forza, ero sicuro del buon esito dell’operazione.

Qualcuno che ti ha dato la forza di riprenderti?
Diciamo che nei primi giorni non pensavo nemmeno al rientro in campo, perché era talmente lontano che lo vedevo come irraggiungibile. Tanti compagni mi hanno dato la forza per affrontare quel punto, diversi anche della prima squadra e non me l’aspettavo. Daniele De Rossi mi è stato molto vicino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy