Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Cagni: “Mourinho aveva bisogno di sentire passione intorno a lui, di adrenalina”

Getty Images

Le parole dell'ex calciatore: "Alla Roma ha la situazione ideale: perché ha stimoli forti ma nessuno gli mette pressione o aspettative"

Redazione

Luigi Cagni, ex allenatore ed ex calciatore, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport nella trasmissione Parametri Zero, parlando della Roma: "Mourinho non stava bene in Inghilterra credo che abbia bisogno di sentire tanta passione intorno a lui, qualcosa che gli porti adrenalina. Dal punto di vista della comunicazione è il numero 1 al mondo ma l'Italia gli è servita per migliorare tatticamente. Normale che sia un grande conoscitore di calcio ma a mio avviso lui dal nostro Paese ha più appreso che dato. Alla Roma ha la situazione ideale: perché ha stimoli forti ma nessuno gli mette pressione o aspettative. Lui sta costruendo, se vuoi vincere qualcosa ci vogliono due o tre anni. L'anno prossimo sarà quello più difficile per lui. Tra dodici mesi sarà il momento della verità, dove sicuramente gli chiederanno di far valere la sua esperienza per arrivare a un titolo".

"La Roma ha fatto 16 gol ne ha presi 8. I giallorossi hanno un organico ottimo, parlo dei 15 calciatori che di solito vengono utilizzati. Come profondità di rosa però credo sia una delle più deboli forse siamo allo stesso livello della Lazio. I giocatori sono comunque buoni. Sarà difficile per Mourinho trovare l'equilibrio, secondo me non lo troverà. Forse potrebbe aver pensato che la miglior difesa è l'attacco, da qui si spiega anche una squadra che sembra poco equilibrata. I giallorossi hanno tre competizioni: le tre davanti in campionato sono le più forti e si giocheranno lo scudetto. La Juventus dovrà lottare per entrare in Champions e quindi per squadre come la Roma che vivono un anno di transizione diventa difficile arrivarci".

"Se Zaniolo sta bene fisicamente è devastante. Ha qualità tecniche e fisiche eccezionali. Il suo ruolo secondo me è quello di esterno destro in attacco. Se tu hai un giocatore che dribbla l'uomo sulle fasce laterali, hai sempre superiorità numerica. Juventus-Roma? La Juventus prende molti gol quando arrivano cross in area: io se dovessi affrontarli in questo momento, cercherei di mettere più palloni in mezzo possibile. Quella è una situazione che i bianconeri soffrono molto".