Cafu indagato per presunti affari con i terroristi. L’ex Roma si difende: “Sono falsità”

Cafu indagato per presunti affari con i terroristi. L’ex Roma si difende: “Sono falsità”

Ancora problemi per la leggenda romanista che, secondo la polizia brasiliana, avrebbe avuto rapporti con una cellula criminale locale

di Redazione, @forzaroma

Ancora problemi per Marcos Cafu. Secondo quanto riporta la rivista Veja, l’ex giallorosso sarebbe indagato dalla polizia brasiliana per presunti rapporti con il PCC (Primeiro Comando da Capital), una nota cellula terrorista locale che avrebbe operato alcuni depositi in contati proprio a favore dello stesso Cafu. Le informazioni riguardo questi presunti trasferimenti in contanti era contenute nel cellulare sequestrato a uno dei leader nonché responsabile della contabilità del gruppo criminale, Decio Gouveia Luiz, arrestato lo scorso 14 agosto. L’organizzazione avrebbe infatti acquistato da Cafu alcuni terreni di Alphaville, un quartiere della città di Barueri nello stato di Sao Paulo. L’ex capitano della nazionale brasiliana ha però negato tutto: “Questa storia riguardante la vendita di immobili, case o terreni non esiste. Niente di tutto questo è vero, perché inoltre non ho nemmeno un terreno ad Alphaville“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy