Burdisso saluta, Sabatini su Heitinga e Ghoulam. Questione Sanabria: rischio Tribunale

di finconsadmin

(di Marco Cantagalli)   –   Prima il Livorno, poi la Juventus. 

Settimana decisiva in casa giallorossa, sia per il campionato, sia per la Coppa Italia.

 

Si partirà Sabato alle ore 18 allo stadio Olimpico di Roma contro il Livorno del nuovo tecnico Perotti, successore di Nicola, per poi arrivare all’attesissima sfida contro i bianconeri di Conte.

Roma – Juve capitolo II.

Il primo capitolo, c’è stato a Torino, nel primo match del 2014, ed andò bene ai campioni d’Italia in carica. Ora ci sarà la rivincita, stavolta a Roma. A meno che, stasera, l’Atalanta di Colantuono non faccia uno scherzetto al Napoli di Benitez. A quel punto probabilmente ci sarà l’inversione del campo ( proprio come lo scorso anno ) e i giallorossi saranno costretti a giocarsela nuovamente allo Juventus Stadium.

Staremo a vedere.

Intanto oggi la squadra giallorossa si è allenata a Trigoria per una doppia seduta. Rudi Garcia ha lavorato con i suoi uomini sulla rapidità del possesso palla, concludendo infine la seduta mattutina con la solita partitella. 

La squadra si è ritrovata poi in palestra per la sessione pomeridiana di allenamento, impegnandosi in una sessione di forza dedicata agli arti superiori. Assenti dal Fulvio Bernardini Maicon, Romagnoli e Balzaretti.

Ma la stretta attualità è il mercato.

Oggi, infatti, giornata intensa.

 

L’ADDIO DI BURDISSO 

La notizia del giorno è sicuramente l’addio di Nicolas Burdisso. Ecco le sue parole rilasciate a SkySport: Lascio la Roma. Per esserci al Mondiale devo giocare con continuità. Ho già comunicato la mia scelta alla società. Dopo 4 anni e mezzo qui a Roma arriva un ciclo che si chiude. Devo pensare a continuare la mia carriera, per giocarmi la possibilità  di giocare il Mondiale.”

Un’offerta importante è già arrivata dalla Germania, dove si parla insistentemente di contatti avanzatissimi con il Leverkusen. Ma nelle ultime ore si è fatto avanti anche il Valencia, oltre al solito Genoa.

Spiazzata la Roma, o forse no. Fatto sta che c’era da aspettarselo.

Ora però Sabatini dovrà correre immediatamente ai ripari per trovare un degno sostituto del centrale argentino, anche perchè le uniche possibilità in difesa, al momento, sono Romagnoli e Jedvaj come eventuali sostituti di Castan e Benatia. Un pò poco per una squadra che sta lottando per tornare in Champions League, o per vincere il titolo.

Iniziano già a circolare le prime voci di mercato: l’affare HeitingaRoma ha subito un’improvvisa accelerata dopo l’annuncio di Burdisso di voler lasciare la Roma. Si attendono conferme dai diretti interessati.

Ma il mercato in entrata non parla solo di Heitinga. Dopo le parole del tecnico Rudi Garcia riguardo alla voglia di trovare, per almeno sei mesi, un sostituto di Dodò, viste le traballanti condizioni di Balzaretti, oggi sono arrivate le prime indiscrezioni. “Confermo le voci che arrivano dalla Francia: la Roma ha chiesto al St.Etienne Ghoulam in prestito”– ha detto Gianluca Di Marzio a Te la do io Tokyo su Centro Suono Sport.

Purtroppo per Garcia però, dalla Francia, arrivano brutte notizie:  il Saint-Etienne ha risposto negativamente alla richiesta di trasferimento temporaneo avanzato da Sabatini oggi, volendo privarsi dell’esterno solo a titolo definitivo.

 

 

LO STRANO CASO DI ANTONIO SANABRIA

Intanto, aspettando il terzino sinistro e un centrale di difesa, la Roma sta cercando ancora una squadra per Paredes per i prossimi sei mesi, si parla di Sassuolo e Samp.  Per l’argentino ex-Boca c’è ottimismo, cosa che manca – sempre di più – per la questione Sanabria. Il talento del Barcellona è a Roma con la famiglia, ma ogni giorno sorgono problemi per il suo trasferimento. La Roma lo vorrebbe prendere pagando la clausola di 3 milioni, ma il Barcellona ne chiede 12, in quanto considera il paraguaiano classe ’96 un vero e proprio professionista, nonostante la sua giovanissima età. Pare che si deciderà tutto in tribunale, quindi ci vorrà ancora qualche mese prima di mettere la parola fine a questa telenovela esagerata.

Per quanto riguarda il mercato in uscita, si parla di Marquinho. Il brasiliano è da tempo corteggiato da Preziosi, ma fino a ieri non era affatto convinto di trasferirsi in Liguria. Oggi c’è stata un’importante sterzata e, si pensa, che presto arriverà la fumata bianca.

 

 

PJANIC SI PJANIC NO

Chi a giugno potrebbe lasciare Trigoria è Miralem Pjanic. Sabatini intravede in lui l’elemento con il quale autofinanziare il mercato estivo, mettendo così a segno un’altra clamorosa plusvalenza. Psg e Manchester Utd hanno già fatto pervenire offerte ufficiali al ds romanista. Circa trenta i milioni messi sul piatto dai due club: difficile resistere dinanzi a tali proposte economiche. L’unico che può convincere il bosniaco a restare ancora in giallorosso è proprio mister Garcia, che ha costruito intorno a lui le fortune della Roma.

 

 

Per concludere, Radja Nainggolan, neo acquisto giallorosso, ha realizzato una videochat per l’AS Roma Membership in cui ha risposto alle domande degli utenti. Ecco le sue dichiarazioni:Scudetto? Siamo dietro di otto punti, ma la matematica non ci condanna e possiamo giocare fino alla fine. Il prossimo anno proveremo ad andare lontano in Champions. L’emozione più grande l’ho provata giocando in campionato contro il Genoa. Qui il tifo è particolare. A Cagliari, per problemi che tutti conoscete, non eravamo abituati ad avere tanta gente allo stadio. Quando giocavo in Sardegna sapevo bene una cosa: venire a giocare a Roma era difficile, soprattutto perché il tifo è caldo e speciale”. 

Radja è già entrato nel cuore dei tifosi, e dopo queste parole al miele, lo sarà ancora di più.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy