Burdisso: “Fonseca sta facendo bene, manca poco per il salto di qualità definitivo”

L’ex difensore della Roma difende il tecnico portoghese e parla del suo futuro: “Sarei felicissimo di tornare in Italia”

di Redazione, @forzaroma

Un ex Roma con l’Italia e i colori giallorossi nel cuore. E come obiettivo professionale. Nicolas Burdisso torna a parlare del suo futuro: “Proprio pochi giorni fa alcuni amici mi ricordavano di aver giocato quattro derby: anche questo conferma che il legame con il vostro Paese è fortissimo. Se ci fosse la possibilità, sarei felicissimo di tornare”. L’ex difensore argentino si è raccontato in una lunga intervista a ‘La Gazzetta dello Sport‘, ecco alcuni passaggi delle sue dichiarazioni:

Milano o Roma, dove la porta la fede?
Impossibile rispondere, sono squadre che rappresentano periodi intensi e bellissimi della mia vita, che porterò sempre nel cuore. E non posso dimenticare Genoa e Torino. A Milano ho fatto il centrale di difesa, il terzino e il mediano, in giallorosso sono stato più continuo a livello tattico: nel tempo penso di essermi completato.

Ci parli dell’Inter.
Una scelta che volli fortemente. Dopo il Boca avevo sul tavolo varie possibilità, quando chiamò Moratti non ci furono dubbi. E sa una cosa? Quando lasciai per andare alla Roma vissi una sorta di trauma: ‘Come avrei potuto sfidare gli amici con i quali ho condiviso così tante battaglie?’, era la domanda che mi ponevo e mi turbava. Tuttavia la nostra professionalità deve andare oltre tutto.

Cosa manca alla Roma?
La proprietà è nuova, la rosa è internazionale e c’è uno come Fonseca in panchina: anche in questo caso, i cambiamenti non mancano. Il mister ha le sue idee, che sta difendendo. A parer mio, sta facendo bene: manca poco per il definitivo salto di qualità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy