Bruno Peres preso di mira come Melania Trump: così nasce lo “stop sending me this shit” della Ceres

Bruno Peres preso di mira come Melania Trump: così nasce lo “stop sending me this shit” della Ceres

L’esterno romanista è soltanto l’ultima delle celebrità che ha subito la campagna social partita due anni fa

di Redazione, @forzaroma

Stopping sending me this shit“. Tradotto in italiano “Smettete di inviarmi questa m***a“. Con questa frase si è aperto due giorni fa il mini caso diplomatico social tra la Ceres e la Roma. Il profilo Twitter della famosa marca di birra aveva infatti paragonato Bruno Peres – in rigorosa maglia giallorossa – a uno dei prodotti aziendali, facendo leva probabilmente sulle disavventure capitoline del recente passato del brasiliano. Popolo romanista in subbuglio, web in fermento e storia che si è chiusa con le scuse dell’azienda. Dietro il tentativo di creare engagement c’era però il riferimento a una campagna social molto nota negli Stati Uniti, che prese piede proprio due anni fa.

IL CASO HARVEY – Il 20 luglio 2018 sul portale Imgur un utente pubblicò un fotomontaggio di un tweet del noto conduttore televisivo Steve Harvey che chiedeva appunto ai fan di “Smetterla di inviarmi questa m***a“. Il tutto corredato da una foto di Harvey a confronto con Mr Potato. Il post e la somiglianza diventarono virali, raggiungendo un numero di commenti e condivisioni tale da creare il classico meccanismo social del meme. Non a caso iniziarono subito a spuntare dei post simili, con altre celebrità prese di mira in maniera più o meno bonaria da i vari internauti di turno. Il wide receiver dei New Orleans Saints Michael Thomas, la stella pop Miley Cyrus, la first lady Melania Trump e altri volti noti del contesto americano tutti coinvolti nel gioco virtuale.



0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy