Bosnia, Dzeko tra sogni e malinconia: “Voglio l’Europeo, può essere l’ultimo”

L’attaccante ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con l’Irlanda del Nord: “I miei record? Sono fatti per essere battuti, arriverà qualcuno che prenderà il mio posto”

di Redazione, @forzaroma

Una vita sempre al centro. Nei club e in nazionale, dove Dzeko è sempre stato il punto di riferimento dell’attacco. Lo è della Roma di Di Francesco che vuole rilanciare le proprie ambizioni e lo è della Bosnia-Erzegovina che cerca di tornare in una grande competizione dopo i recenti fallimenti. L’obiettivo è l’Europeo, e lo sa anche lui: “Lo vogliamo tutti, staff e giocatori: dobbiamo dare il massimo in allenamento e in partita se vogliamo qualificarci – ha detto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l’Irlanda del Nord -.  Spero di tornare in una grande competizione europea (ad Euro 2016 eliminata ai playoff dall’Irlanda e fuori anche dal Mondiale in Russia, ndr)”.
Oltre ai desideri, c’è spazio anche per un po’ di malinconia: “Se sarà l’ultimo? Ancora non lo so. Ma ci sarà chi verrà dopo di me, mi sostituirà e batterà anche i miei record, che sono fatti proprio per essere superati. Ora io sono qui e il sogno di ogni giocatore è giocare per la propria patria: questa maglia dev’essere la motivazione più grande”. E se a dirlo è il detentore dei più importanti record del proprio Paese (numero di presenze e gol), c’è da credergli. Lo fa il commissario tecnico Prosinecki, e lo fa anche Di Francesco, che anche nel momento più difficile non ha mai mancato di rinnovargli la propria fiducia. Entrambi sanno che il futuro più prossimo della Roma e della Bosnia passerà dai suoi gol. Perché il futuro è adesso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy