Bojan: “Con Luis Enrique alla Roma un anno complicato. Baldini mi ha mancato di rispetto”

Lo spagnolo, oggi in forze allo Stoke City: “Totti non ostacola i centravanti. Li aiuta piuttosto. Begovic? E’ un buon portiere, se la Roma lo prende non sbaglia”

di Redazione, @forzaroma

Arrivato a Trigoria come un ‘gioiello’ prestato dal Barcellona, Bojan Krkic ha deluso. Lo spagnolo, oggi intervistato dal Corriere dello Sport, torna sulla sfortunata parentesi italiana: Ora finalmente vengo utilizzato nel mio ruolo, non come in Italia. Sono un centravanti, di certo non un esterno. Luis Enrique? Evidentemente non mi conosceva abbastanza, con lui ho vissuto un anno complicato”.

Poi l’addio: “Non rientravo nei piani dell’allenatore (Zeman, ndr). E c’è stato qualche problema con Baldini: un giorno mi diceva di restare, un giorno che forse sarei stato ceduto… mi ha mancato di rispetto, ecco”.

Parole dure quelle di Bojan, che le uniche dolcezze le riserva a Francesco Totti. Mangiatore di centravanti lui?! Tutt’altro. Quando gli giochi accanto sei tu a doverti adattare, non il contrario: Totti è un fenomeno. Più che un ostacolo è piuttosto un aiuto per gli altri centravanti“.

Qualche parola infine su Asmir Begovic, attualmente suo portiere allo Stoke City, ma secondo le voci di mercato prossimo a lasciare l’Inghilterra, forse proprio per approdare a Roma. “Un buon portiere – lo definisce Bojan – Ha esperienza e personalità. Non so niente della trattativa ma se lo prendono non sbagliano“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy