Berdini: “Inizio costruzione stadio non prima del 2021. La Roma dirà addio a Pallotta”

L’ex assessore commenta l’ultimatum del presidente della Roma: “Si deve realizzare l’unificazione della via del Mare con la via Ostiense da viale Marconi al Gra: anche i tecnici più ottimisti prevedono che siano necessari dai 3 ai 4 anni di lavoro”

di Redazione, @forzaroma

Paolo Berdini torna a parlare dello stadio della Roma e lo fa ai microfoni di AdnKronos per commentare l’ultimatum di Pallotta (“Stadio entro il 2020 o vado via“): “Nella memoria di giunta comunale del 12 maggio 2017 al punto 3 c’è scritto con chiarezza che si deve realizzare l’unificazione della via del Mare con la via Ostiense da viale Marconi al Gra: anche i tecnici più ottimisti prevedono che siano necessari dai 3 ai 4 anni di lavoro. Nei paesi civili come gli States e l’Italia le opere di urbanizzazione si realizzano prima di iniziare qualsiasi opera privata, stadi compresi. Così la Roma potrà iniziare a costruire lo stadio tra il 2021 e il 2022 – conclude l’ex assessore all’Urbanistica -. E, dopo l’addio di Totti, la Roma subirà anche l’abbandono da parte di Pallotta”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sergio.cellin_12 - 3 anni fa

    berdini è un vecchio rancoroso che partecipa alla teoria del non fare nulla. dal nulla è venuto e nel nulla tornerà, anzi è già tornato, senza che nessuno si ricordi di lui, o forse sì, non ha fatto nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giuliani._55 - 3 anni fa

    In altri paesi 3-4 anni sono sufficienti per costruire intere città altro che unificare 2-3 chilometri di strade. Ma qui siamo in Italia, siamo a Roma e per fare “qualcosa” occorre ungere di qua e di là. E’ la patria del tutti parlano, del tutti capiscono di tutto, ed ancora del tutti devono mettere il mettono becco su tutto. E’ il paese del non fare e del non far fare neanche a chi vuol fare, è proprio il paese del Gattopardo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy