Benitez: “Vogliamo battere la Roma per dimostrare la forza del Napoli”

di finconsadmin

 ”Se vinciamo, dimostriamo la nostra forza. Il campionato e’ una corsa di resistenza, se facciamo tre punti all’Olimpico non abbiamo di certo vinto lo scudetto. Se non faremo bene, continueremo a lavorare”. Roma-Napoli non sara’ una sfida gia’ decisiva per Rafa Benitez, ma di certo il tecnico degli azzurri non sottovaluta l’importanza del big match di domani per l’autostima che una vittoria potrebbe dare, oltre che per i tre punti. Per il Napoli e’ un esame importante in un momento delicato, dopo la pausa delle nazionali che ha visto impegnati molti giocatori. ”Di certo non siamo al 100%”, ammette Benitez. ”Sono contento perche’ Maggio e’ pronto. Higuain e Albiol si sono allenati con il gruppo negli ultimi giorni e decideremo domani. Abbiamo un problema con Zuniga, Armero e Fernandez ci raggiungeranno a Roma”, dice il tecnico spagnolo facendo il punto della situazione. ”Insigne ha giocato 90 minuti con l’Italia? Ha avuto due-tre giorni per recuperare, non e’ un problema. Lui e’ un giocatore importante, non solo per il Napoli. Quando parlo con lui mi sembra che abbia capito come comportarsi in campo. Se continua a giocare cosi’ parlerete a lungo di lui”, dice elogiando il giovane talento di Fuorigrotta, fra i migliori dell’Italia contro l’Armenia. All’Olimpico dovrebbe esserci anche Diego Armando Maradona. Benitez lo vorrebbe in campo: ”Peccato non possa giocare con noi -scherza il tecnico-. E’ una persona che ha un carisma speciale, lo conosco e ci ho parlato ai tempi del Liverpool. Spero di vederlo per poter parlare di calcio con lui”.

 

Il Napoli trovera’ un ambiente caldo nella capitale. ”Quando parliamo di calcio il resto non mi interessa. Sul problema sociale dico solo che noi dobbiamo dare il buon esempio”, sottolinea Benitez alludendo alle preoccupazioni legate alla sicurezza. Non mancano gli elogi alla Roma capolista e a punteggio pieno e al suo tecnico Rudi Garcia. ”E’ un buon allenatore e ora ha acquisito anche esperienza. Gli piace giocare e fare ripartenze veloci. Una squadra forte non e’ solo palleggio o contropiede, bisogna saper fare tutto e adattarsi alle varie situazioni. La Roma ha un pressing fantastico e recupera subito palla. Hanno una buona organizzazione e non e’ facile trovare spazio”. Sia la Roma che il Napoli hanno dimostrato finora di avere le carte in regola per lottare per lo scudetto fino alla fine: ”Per il calcio italiano e’ una cosa buona. Ma la Juve e’ vicina, l’Inter puo’ recuperare, Milan e Fiorentina sono buone squadre. Vediamo alla fine cosa succede, ma se nel corso del tempo saremo tutti li’ -dice Benitez- sara’ sicuramente positivo per il movimento italiano”. (Adnkronos)

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy