Barriere Olimpico, De Priamo: “Obiettivo rimozione. Multe? Apriamo un settore per i posti in piedi”

Il vicepresidente dell’Assemblea Capitolina: “Potrebbe favorire una migliore atmosfera e visibilità delle partite oltre a rappresentare una soluzione valida per biglietti economicamente più accessibili”

di Redazione, @forzaroma

“La notizia dell’abbassamento delle barriere nelle curve dello Stadio Olimpico in occasione del derby Lazio-Roma in programma mercoledì prossimo non ci rende meno vigili rispetto all’obiettivo finale, quello della definitiva eliminazione”. Andrea De Priamo non abbassa la guardia dopo la riduzione delle barriere già iniziata nelle curve in vista del derby di mercoledì sera. Il vicepresidente dell’Assemblea Capitolina dichiara in una nota: “Trattasi questa di una presa di tempo ulteriore? La questione che poi preoccupa è relativa alle sanzioni che si rischiano se ci si trova in un seggiolino diverso da quello assegnato sul biglietto, situazione assai frequente anche considerata la scarsa se non totale assenza di visibilità da alcuni posti delle curve”.

Il consigliere comunale di FdI propone: “La possibile soluzione alla questione potrebbe consistere nell’apertura di un tavolo di confronto fra tutte le istituzioni coinvolte al fine di sperimentare una safe-standing area sul modello del Celtic Park di Glasgow. Un settore dedicato ai posti in piedi che possa coniugare sicurezza e massima libertà ai tifosi, utile a favorire una migliore atmosfera e visibilità delle partite oltre a rappresentare una soluzione valida per biglietti economicamente più accessibili”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy