Fonseca: “Scudetto? Il quarto posto resta il nostro obiettivo, serve equilibrio”- AUDIO – FOTO – VIDEO

Il tecnico portoghese: “Atalanta avversario forte, ma non cambieremo la nostra identità. Farò un paio di cambi”

di Redazione, @forzaroma

Bella e vincente sul campo e lanciatissima verso le zone alte della classifica. La Roma si prepara alla delicatissima trasferta di Bergamo rinfrancata dall’ottimo momento di forma: una partita che può rappresentare un vero e proprio spartiacque per le ambizioni dei giallorossi, anche per sfatare finalmente il tabù che vede gli uomini di Fonseca fare spesso molta fatica negli scontri diretti. Il tecnico portoghese, in conferenza stampa, presenta la sfida contro l’Atalanta, in programma per domani al Gewiss Stadium alle 18.00.

Questo gruppo di giocatori sta dando risposte di altissimo livello. Dovrà fare dei cambi legati alle poche ore di recupero?
E’ vero che il tempo di recupero non è stato molto, penso che farò due o tre cambi ma non di più. Non voglio cambiare molto in questo momento, la squadra sta bene. E’ vero che non abbiamo avuto molto tempo per recuperare, ma farò massimo due o tre cambi.

Negli ultimi anni tante difficoltà contro l’Atalanta. Che risposta ha in mente, preferirà la maggiore tecnica di Villar o la fisicità di Cristante?
E’ una partita diversa contro un avversario diverso, molto forte fisicamente e sui livelli individuali. Anche noi abbiamo avuto molto tempo per pensare, vediamo domani, possono giocare Villar o Cristante o altri giocatori: farò scelte diverse in funzione della strategia e delle caratteristiche della partita.

Per lo scudetto c’è anche la Roma?
Siamo a dicembre, tutte le squadre sono molto vicine e possono arrivare tra le prime quattro posizioni. Come ho detto sempre, vogliamo fare meglio della scorsa stagione e questo significa finire tra le prime quattro della classifica. Non cambia niente, come ho detto siamo a dicembre, è presto per parlare di altre ambizioni.

 

 

Preferiva la Roma poco considerata di inizio anno o che tanti considerino la squadra da scudetto?
Voglio sempre essere equilibrato e voglio che lo sia anche la squadra. In questo momento non cambia niente, quando vinciamo una partita non siamo i più forti del mondo e quando perdiamo non siamo i peggiori del mondo. Dobbiamo sempre essere equilibrati.

Pedro è stato uno dei migliori di inizio stagione ma ultimamente è sembrato un po’ appannato. A Bergamo sarà protagonista?
Sta continuando molto bene ad essere un giocatore molto importante per la nostra squadra. Vediamo domani, può essere una soluzione dall’inizio.

Come ha visto Dzeko? Si aspetta di più da lui?
Sta molto bene, sta lavorando molto bene. E’ un giocatore di squadra, sta facendo un lavoro importante per la squadra: ha segnato 4 gol ma ha partecipato a tante altre reti, lavorando sempre molto bene per la squadra. Questo per me è quello che conta.

Domani gioca Mirante o confermerà Pau Lopez?
Ho già fatto la mia scelta, ma dovrete aspettare domani per sapere.

La squadra sembra molto più quadrata e solida. Di quale miglioramento è più soddisfatto?
Abbiamo un anno e mezzo insieme, è normale che la squadra è più forte in questo momento. Sono arrivati anche dei giocatori che hanno reso la squadra più forte. E’ normale che sia è così, dopo più tempo di lavoro e una conoscenza migliore di tutti e di quello che vuoi fare.

Chiederà ai difensori di sfidare la pressione dell’Atalanta?
E’ una partita diversa, con un avversario che ha un modo di giocare diverso. Non cambieremo la nostra identità, prepareremo strategicamente una partita diversa senza cambiare le nostre intenzioni e la nostra identità. Quello che cambia in tutte le partite è la strategia in funzione dell’avversario.

LaPresse

Conosciamo l’avversario. Quanto è importante un test del genere per capire il grado di crescita le ambizioni della squadra?
E’ una partita molto difficile, è sempre molto difficile affrontare l’Atalanta, sono molto forti. Per noi resta un’altra partita che vogliamo vincere, non cambia nulla se non le caratteristiche della partita: l’ambizione è la stessa, l’obiettivo è vincere domani.

Dal punto di vista fisico è migliorata la Roma o è l’Atalanta che si è normalizzata?
No, l’Atalanta sta continuando molto forte, come ha mostrato nelle ultime partite. Sarà una partita molto fisica, ma anche noi siamo più forti fisicamente.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy