Atalanta, Reja: “La Roma sarà particolarmente motivata dopo martedì”

Le parole del tecnico nerazzurro in conferenza stampa alla vigilia del match dell’Olimpico

di Redazione, @forzaroma

Alla vigilia di Roma-Atalanta Edy Reja ha parlato in conferenza stampa. Il tecnico nerazzurro si è soffermato sul momento della squadra giallorossa dopo il 6-1 subìto in Champions League dal Barcellona: “Se guardiamo la classifica stanno rispettando le previsioni, viene da una situazione di Champions particolare. Prendere sei gol non fa piacere a nessuno, ma non è la prima volta che il Barcellona fa queste prestazioni. Si attendeva un altro risultato, magari perdere in maniera più dignitosa. Peggio per noi, saranno particolarmente motivati. Vorranno cancellare il più presto possibile questa gara”.

Sulla gara“Mi piacerebbe vedere un’Atalanta coraggiosa, con il nostro gioco e la nostra mentalità. Dovremo fare attenzione sulle zone laterali, hanno giocatori reattivi dal punto di vista fisico. Dovremo trovare in fase iniziale, le contromisure, e poi giocare come sappiamo. Loro spingono, ma noi possiamo ripartire perché lasciano degli spazi. Dobbiamo fare una partita tonica, non metterli in condizione di giocare in contropiede facendo molta densità intorno alla palla. Non bisogna dare campo, dipende molto da noi e dell’approccio che avremo in gara. Roma e Napoli hanno grandi organici a disposizione, sarà molto difficile per noi, dobbiamo però creare delle difficoltà ai giallorossi”.

Sulle individualità che ha la Roma: “Dzeko, Iago Falque, Iturbe… sono tutti giocatori con il turbo. Gli esterni sono molto veloci. Tecnica a metà campo e anche di corsa, possono inventare la giocata. Due esterni molto bravi, non so se giocherà Florenzi o Maicon, sono due ali, come Digne del resto. Cercheranno di attaccarci subito, con otto uomini. Questo tipo di gioco comporta sbilanciamento sul piano difensivo. Noi abbiamo caratteristiche per metterli in difficoltà, ma dobbiamo metterli in difficoltà nella zona centrale”.

Sul suo passato da allenatore della Lazio“Giocare contro la Roma è sempre un derby, quando entri all’Olimpico hai sensazioni emozionanti. Ho condotto cinque campionati la Lazio, c’è più che campanilismo. Sono all’Atalanta ma sarà particolarmente emozionante, vedere i colori giallorossi mi farà ritornare in mente le annate passate. Però era anche andata abbastanza bene, gli ultimi derby con la Roma li ho vinti, poi pareggiato un altro con Garcia. E pure l’anno scorso con l’Atalanta. Speriamo di continuare. In un anno ho perso le due stracittadine, e pure in Coppa Italia. Un’annata particolarmente difficile. Poi ci siamo un po’ rasserenati”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy