Astori, Procuratore Udine: “Arresto cardiocircolatorio per cause naturali”. Malagò: “Senza parole”

Il commissario straordinario della Figc: “Non penso nella vita valga il detto ‘The show must go on”. Il calcio è professionismo, ma in certi casi bisogna mandare dei messaggi significativi”

di Redazione, @forzaroma

“L’idea è che il giocatore sia deceduto per un arresto cardiocircolatorio per cause naturali”, anche se “è strano che succeda una cosa del genere a un professionista così monitorato senza segni premonitori”. Lo ha detto il Procuratore capo di Udine, Antonio De Nicolo, in merito al decesso di Davide Astori.

Il commissario straordinario della Figc, Giovanni Malagò in conferenza stampa: “Questa mattina mi ha chiamato la Fiorentina per comunicarmi la scomparsa di Astori. Sono rimasto senza parole. Genoa e Cagliari mi hanno comunicato l’impossibilità di scendere in campo dopo la notizia della scomparsa di Astori. Ho comunicato i presidenti e abbiamo deciso di rinviare la partita. Mi hanno poi chiamato i presidenti di altre squadre per comunicarmi che molti giocatori non riuscivano ad entrare in campo perché scossi dalla scomparsa di Astori. Abbiamo allora preso la decisione di sospendere la giornata di campionato. Astori scomparso per cause naturali. Nessun medico potrà mai dire l’esistenza di un rimedio certo ad episodi come questi. Non penso nella vita valga il detto ‘The show must go on”. Il calcio è professionismo, ma in certi casi bisogna mandare dei messaggi significativi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy