Antonucci, sul polpaccio il tatuaggio della data d’esordio con la Roma – FOTO

Un momento magico per il giovane attaccante, che ha deciso di incidere a vita quel giorno speciale

di Redazione, @forzaroma

“Non ci crederete, ma ho sempre sognato di esordire a Marassi“. Antonucci come in una favola, sta vivendo forse il momento più bello della sua vita. Sicuramente il più bello della sua breve carriera, che a 19 anni gli ha regalato la gioia dell’esordio con la squadra del cuore, la Roma, con tanto di assist decisivo. Un giorno indimenticabile per tanti calciatori quello della prima volta, e Mirko non fa eccezione. Tanto da tatuarsi sulla pelle una frase, per marchiare un ricordo indelebile. “This ain’t random, i didnt get lucky”. Non è casuale, non sono stato fortunato, si legge. Perché i sogni, se ci credi davvero, prima o poi s’avverano.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. grammarninja - 3 anni fa

    Applaudo il sentimento ma si scrive: this isn’t random, I didn’t get lucky

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. grammarninja - 3 anni fa

    the tattoo should also allow him to remember to practice his English more. He should have written: this isn’t random, I didn’t get lucky…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. noel - 3 anni fa

      la prima frase e` corretta, la seconda no. Ain’t and isn’t have the same meaning.

      It should read: This ain’t randon, I wasn’t lucky.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy