Andreazzoli a rapporto con la squadra. Totti: “Rialziamoci”

di Redazione, @forzaroma

(Ansa) Un’ora di riunione tecnica per far capire alla squadra come dovra’ giocare la sua Roma. Dopo i confronti motivazionali avuti nei giorni scorsi coi giocatori, il nuovo tecnico giallorosso Aurelio Andreazzoli ha tenuto a rapporto Totti e compagni nello spogliatoio di Trigoria spiegando schemi e movimenti che dovranno essere messi in pratica a cominciare dalla gara di domenica pomeriggio sul campo della Sampdoria.

 

La trasferta di Marassi sara’ l’occasione per Andreazzoli di far vedere quelle capacita’ che negli anni ha sempre messo a disposizione prima di Spalletti, poi di Montella e Luis Enrique. Non dell’esonerato Zeman, troppo legato al suo staff di collaboratori e per questo poco incline a coinvolgere Andreazzoli nelle questioni tecnico-tattiche. Di sicuro, rispetto alla gestione del boemo, la prima cosa a cambiare sara’ il modulo, con lo spregiudicato 4-3-3 zemaniano archiviato in favore di uno schema piu’ equilibrato. Due le soluzioni possibili: il 4-2-3-1 gia’ testato con successo durante il ciclo di Spalletti, o il 4-3-1-2, con Totti e Osvaldo (alle prese pero’ con una contusione al ginocchio destro rimediata a fine allenamento per un contrasto di gioco con Castan) a far coppia in attacco.

 

E proprio il capitano giallorosso, a 48 ore dalla sfida alla Samp e’ tornato a far sentire la sua voce cercando di scuotere l’ambiente visto il delicato momento. ”Domenica bisogna ripartire dopo un periodo in cui i risultati non sono arrivati: noi siamo forti e lo dobbiamo provare anche sul campo” le parole del numero 10, che ha poi voluto salutare Zeman e dare il benvenuto ad Andreazzoli: ”Mister Zeman e’ un allenatore ed un uomo che ha contribuito in maniera decisiva alla mia crescita professionale e personale nei due periodi in cui e’ stato chiamato ad allenare la Roma. Voglio ringraziare ed abbracciare con tutto me stesso lui e i suoi collaboratori per quello che hanno fatto. E sappiamo bene che un esonero e’ sempre una sconfitta… di tutti – ha ricordato Totti – Ad Aurelio e al suo staff va invece il mio in bocca al lupo: stanno lavorando gia’ da ora con passione, professionalita’ ed entusiasmo per puntare ai traguardi che sono l’obiettivo del nostro gruppo”.

 

Infine Totti ha inviato un messaggio anche alla tifoseria. ”Ora piu’ che mai per uscire da questa situazione abbiamo bisogno del vostro supporto. Applausi e critiche vengono accettati a seconda dei risultati – ha spiegato l’attaccante – ma invece le offese personali e gratuite sentite in questo periodo vanno a colpire tutti noi: calciatori, societa’, voi… ed indeboliscono la Roma. Anima, cuore, unione e passione hanno sempre sorretto i nostri colori, dimostriamolo ancora una volta insieme. Vogliamo tutti la stessa cosa: rialzarci in piedi”. Cominciando da Marassi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy