Alisson torna sulla semifinale di Anfield: “Non abbiamo rispettato il Liverpool”

Alisson torna sulla semifinale di Anfield: “Non abbiamo rispettato il Liverpool”

Il portiere brasiliano: “È stata la partita che non ci aspettavamo e un’esperienza significativa per me. Credevamo di poterli pressare, ma così non è stato”

di Redazione, @forzaroma

Per la Roma è già il passato. I tifosi stanno imparando ad apprezzare le parate di Olsen (soprattutto con Chievo e Real Madrid), ma la cessione di Alisson aggiunta a quelle di Nainggolan e Strootman hanno fatto storcere, e non poco, il naso a tanti sostenitori che hanno criticato l’operato di Monchi. L’ex giallorosso ha rilasciato un’intervista al “The Guardian”, tornando anche sulla semifinale d’andata di Champions ad Anfield contro il suo Liverpool: “È stata un’esperienza molto influente e significativa per me. La partita è andata inaspettatamente. Ci aspettavamo di ottenere una vittoria. Quello che è mancato alla mia squadra è stato il rispetto del Liverpool. Pensavamo di poterli pressare ad Anfield. L’atmosfera che ho vissuto qui ha contribuito alla mia decisione di firmare, così come il modo di giocare dei Reds: è una squadra che gioca con amore e passione”.
Sul trasferimento milionario, non ha dubbi: “Quando sono andato a Roma dal Brasile c’era un elemento di rischio in quella scelta, ma quando ho firmato col Liverpool c’erano più certezze. Capisco la questione del prezzo, ma quello che è più importante per me è l’aspettativa che mi viene data. Sto uscendo dalla stagione migliore che abbia mai avuto e spero di fare ancora meglio in questa stagione. Ho sempre lavorato molto duramente e continuerò a lavorare allo stesso modo indipendentemente dalle dimensioni del mio trasferimento”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy