Alisson e Gerson, la faccia triste del Brasile. Continua la protesta della Sud. Si segue Torreira

Il portiere brasiliano aspetta il suo momento: “L’importante è farmi trovare pronto in nazionale”. Paredes elogia Lamela: “Uno dei più forti che ho affrontato”

di Valerio Salviani

Probabilmente, al momento della firma con la Roma, Alisson e Gerson immaginavano diversamente il loro inizio nel calcio europeo. Il primo aveva rifiutato la Juventus per non fare la controfigura di Buffon e si è ritrovato ad essere “portiere di coppa” nei giallorossi, dietro Szczesny. Il secondo invece, cercato a lungo anche dal Barcellona, aveva scelto la capitale per avere la possibilità di giocare e crescere. I tanti soldi che Pallotta ha sborsato per loro (circa 25 milioni in due), facevano immaginare uno sviluppo in questa direzione. Finora solo poche presenze e tante perplessità. In patria però, i due continuano ad essere protagonisti: Alisson pochi giorni fa ha chiuso la porta a Messi e compagni, Gerson vince con l’under 20 e si prepara per il Mondiale di categoria, in Corea del Sud. Ha parlato oggi della sua situazione il numero 1 dello Seleçao: “Ho sempre voglia di giocare, la gente di Roma lo sa. Mi chiedono di essere paziente, perché è un momento di transizione. Mostrerò sul campo quello che posso fare”Mantiene alta la speranza dunque, in attesa del suo momento. Momento che sembra non poter arrivare per Gerson, più vicino al prestito che ad un prosieguo sotto la guida di Spalletti. Di questo avviso anche il suo ex presidente Tenorio: “Ha bisogno di giocare. Forse la Roma dovrebbe mandarlo in prestito”.

Salah decisivo anche con l’Egitto. I suoi hanno battuto il Ghana nelle qualificazioni per i Mondiali del 2018 in Russia e lui è andato a segno su calcio di rigore. 2 a 0 per gli egiziani e testa nel girone E africano. La coppa d’Africa si avvicina e impazza il toto sostituto. Gli ultimi nomi sono Krejci, esterno ceco in forza al Bologna e Driussi, argentino classe ’96 del River Plate. A centrocampo piace Torreira, piccolo Pizarro della Samp, che sta confermando quanto di buono aveva fatto a Pescara con Oddo. Il suo prezzo è già importante: circa 15 milioni. Se dovesse arrivare, nella prossima estate, troverebbe la concorrenza di Paredes, sempre più importante nel centrocampo di Spalletti. Al sito ufficiale giallorosso ha svelato alcune curiosità: Messi e Lamela i più forti contro cui ho giocato. La Bombonera il miglior stadio del mondo”.

La Sud continua la sua protesta contro lo barriere. Nuovo striscione esposto nella notte:Famiglie allo stadio, ultim’ora: senza curva un bambino non s’innamora!. La fine di questa vicenda non sembra essere vicina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy