Alisson da lupi: “Ora la Sud è casa mia, voglio vincere qui”. Under non preoccupa

Il portiere brasiliano si racconta: “Con Di Francesco siamo più cattivi, a Roma sono felice con la mia famiglia”. Ancora a parte Defrel. Barça, Messi può recuperare già per la Spagna

di Francesco Iucca, @francescoiucca

Continua la settimana della Roma senza i calciatori impegnati con le nazionali. Tra questi anche Alisson Becker, che prima di partire per raggiungere la Russia per l’amichevole poi vinta contro i padroni di casa, si è raccontato: Nei primi mesi in Italia non è stato facile, ho cambiato metodologia di allenamento. Giocavo solo nelle coppe, ma ho aspettato il mio momento. Gioco con i piedi, ma anche il mister ha adattato il suo lavoro in base alle mie esigenze. Vorrei vincere un titolo qui. La squadra lo merita, lavora tanto. Adesso la Curva è diventata la mia casa. Sull’aspetto personale e il carattere: “Penso che nessuno sia insostituibile, ma ogni giorno arrivo qui al centro sportivo pensando di fare del mio meglio. Quando entro in campo mi sento un grande lupo. Sul mister e i compagni di squadra: “Ho un gran rapporto con Di Francesco. Ha cambiato il nostro atteggiamento, rendendolo più cattivo. Dzeko in campo ti fa crescere ogni giorno. Kolarov è un calciatore che fa la differenza per ogni squadra. È un leader. Totti e De Rossi: Abbiamo la fortuna di avere Francesco con noi tutti i giorni. Un calciatore e una persona come lui deve rimanere nel calcio per renderlo più bello. Daniele è un grande capitano. Non parla sempre ma quando lo fa è autoritario. Sa quello che dice e quando dirlo. La fascia da capitano è in buone mani. Sono felice qui a Roma con mia moglie e la mia bimba, che è nata qui ed è sia romana e brasiliana. Per vivere bene ho bisogno solo della mia famiglia”.

DAL CAMPO – I giallorossi sono tornati ad allenarsi questa mattina a Trigoria: riscaldamento, esercizi focalizzati sulla difesa e sul recupero del pallone, partitella a campo ridotto. Ancora lavoro individuale per Defrel e Karsdorp. La ripresa dei lavori è fissata per lunedì alle 11.30. Sul fronte Under arrivano notizie confortanti dalla Turchia: le condizioni dell’attaccante giallorosso non sembrano preoccupare e dunque il giocatore rimarrà con la sua nazionale.

GLI AVVERSARI – Mentre anche il Bologna riprenderà gli allenamenti lunedì, il Barcellona spera di recuperare due pedine come Lione Messi e Lucas Digne in vista dell’ottavo di Champions contro la Roma. “È da tanto tempo che ho questo problema al muscolo ischio-adduttore, negli ultimi giorni ho avvertito un fastidio e abbiamo deciso di aspettare – ha detto il fuoriclasse argentino -. Ci sono ancora impegni importanti anche nel club. Sono ottimista e spero di esserci contro la Spagna”. L’ex terzino giallorosso invece ha accusato un problema al muscolo ileo-psoas e dovrebbe saltare il prossimo impegno della Francia.

LE ALTRE NEWS – Nell’amichevole vinta ieri dall’Albiceleste contro l’Italia a Manchester, sugli spalti dell’Etihad c’è chi ha colto l’occasione per rimpiangere l’ex numero 10 azzurro e della Roma: “Where is Totti?”, si è chiesto un tifoso. Nel frattempo i giallorossi cercano di costruire il futuro: sembra vicino infatti il rinnovo di contratto di Luca Pellegrini, terzino sinistro classe ’99 che arriverebbe a guadagnare quasi 1 milione di euro a stagione. Al termine della sosta la squadra di Di Francesco sabato 31 marzo andrà in trasferta a Bologna: Per i rossoblù è il momento più adatto per tentare di fermare la Roma. Tutto l’ambiente penserà più a Messi che a Destro – le parole del doppio ex Francesco Antonioli -. Il lavoro di Di Francesco sarà determinante per tenere tutti sul pezzo e vedere quanti lo seguiranno. Qualcuno avrà però sicuramente la testa al Camp Nou: la vita te la cambia una vittoria al Camp Nou e non al Dall’Ara“.  Nella giornata di ieri si è parlato di un accordo raggiunto tra la Roma e il Malmoe per il portiere Marko Johansson. L’allenatore del Trelleborgs, squadra dove il classe ’98 è attualmente in prestito, ha commentato così: “Sono a conoscenza di queste voci, ma secondo me non sono vere. In caso contrario il Malmoe avrebbe dovuto informarci. Non posso dare nulla per scontato, mi sembra che la situazione sia piuttosto confusa ma abbiamo piena fiducia nel Malmoe”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy