Ajax, Stekelenburg ritrova la Roma: “Poteva andare meglio, ma anche peggio”

Il portiere 38enne, che ha ritrovato il posto da titolare negli olandesi con la squalifica di Onana, ha analizzato il sorteggio con i giallorossi

di Redazione, @forzaroma
stekelenburg ajax roma

La Roma pesca l’Ajax nell’urna di Nyon che ha deciso gli accoppiamenti dei quarti e delle semifinali di Europa League. Scontro complicato per i giallorossi, ma senza dubbio affascinante come ripetuto anche da Paulo Fonseca e Tiago Pinto. Tra gli olandesi c’è anche una vecchia conoscenza romanista, Maarten Stekelenburg, che però da queste parti non ha lasciato proprio un grande ricordo (55 partite in due anni). “È un bel confronto, anche se non penso che la Roma sia felice di incontrarci. Abbiamo guardato il sorteggio in diretta sul pullman, poteva andare meglio ma anche peggio”, ha detto al sito ufficiale dell’Ajax il portiere 38enne che ha ritrovanto la gioia della convocazione in nazionale dopo tanti anni.

Anche grazie alla squalifica di Onana, il titolarissimo tra i pali, che gli ha aperto le porte: “Bisogna sempre pensare alla nazionale, voglio fare sempre il meglio che posso e non andrò lì in vacanza. Mi sono sempre allenato duramente, devi essere pronto perché qualcosa può sempre succedere – continua l’ex giallorosso Stekelenburg -. E quando arriva il momento, almeno fisicamente sei pronto. Poi di carattere non sono uno che si preoccupa facilmente, forse è carattere. Ora che le cose vanno bene vengo applaudito. Quando le cose andranno meno bene verrà tutto usato contro di me”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy