Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Abraham si è preso la Roma: ora è a un passo da Batistuta

Getty Images

Ventesimo gol stagionale per l'inglese che nel 2022 ha gonfiato la rete sette volte e giovedì può raggiungere Batigol

Redazione

L’eredità di Edin Dzeko e una stagione iniziata non ad alti livelli non hanno scoraggiato Tammy Abraham.Ventesimo gol stagionale per l’inglese, tredicesimo in campionato che regala tre punti d’oro a Mourinho. L’ex Chelsea tiene vive le speranze del quarto posto, momentaneamente a 3 punti, e permette alla Roma di agganciare l’Atalanta in classifica. "Sta facendo bene ma può fare meglio. La squadra ha bisogno che lui faccia meglio e viceversa. E' questa l'interazione di sempre”. Le parole dello Special One prima della sfida con il Verona, il tecnico portoghese da inizio anno chiede sempre di più dal suo numero 9. Un modo per spronarlo e per farlo diventare un “mostro” come lo sono stati Benzema e Drogba. Affidarsi a chi la Champions l’ha alzata è la via per tornare nell’Europa che conta

Giovedì appuntamento con la storia, a un passo da Batistuta e Montella

Archiviata la gara con l’Atalanta, è già tempo di preparare la prossima partita. I giallorossi affronteranno il Vitesse in Conference League. Gara d’andata degli ottavi di finale, Abraham può raggiungere Batistuta e Montella per numero di gol segnati alla prima stagione (21). Con una doppietta entrerebbe nella storia della Roma, superando due eroi del terzo scudetto giallorosso. I tifosi si affidano a lui per tornare a vincere un trofeo, che manca a Trigoria da 14 anni. La Conference rappresenta un obiettivo concreto

Abraham è diventato un idolo non solo grazie ai gol

In soli 6 mesi ha conquistato i tifosi della Roma, non era facile dopo l’addio di Edin Dzeko. Si è preso tutto, anche i calci di rigore. Abraham è il nuovo idolo non solo per i gol ma anche per gli atteggiamenti in campo e fuori. Il 9 inglese ha dimostrato fin dal primo giorno attaccamento alla maglia giallorossa, si dispera in campo se sbaglia un passaggio o un gol e ha già iniziato ad imparare l’inno della Roma. Anche fuori dal campo viene ammirato, qualche settimana fa in un ristorante del centro ha pagato la cena a dei sostenitori romanisti.

Daniele Aloisi