Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Abisso di vergogna: annullato gol al 90′ a Zaniolo. Caos nel finale, finisce 0-0

Getty Images

I giallorossi non riaprono la corsa al quarto posto. Il numero 22 segna il gol vittoria, ma il Var annulla. Poi prende il rosso che gli farà saltare il Sassuolo

Valerio Salviani

La Roma pareggia 0-0 in casa col Genoa e perde un'altra occasione per riaprire la corsa al quarto posto. La squadra di Mourinho in superiorità numerica per più di venti minuti, non abbatte il muro dei liguri, che giocano una partita difensivamente quasi perfetta. Ci era riuscito Zaniolo al 90', con una rete che poteva cambiare la sua stagione e quella dei giallorossi. Ma dopo il review al Var l'arbitro annulla per un presunto fallo in attacco di Abraham che si porterà dietro dubbi e polemiche. Come se non bastasse, arriva anche la beffa con il rosso al numero 22, che amareggiato e nervoso urla in faccia all'arbitro e viene mandato in anticipo sotto la doccia. La Roma sale a 39 punti e resta a quattro punti dall'Atalanta quarta in classifica, che ha due partite in meno.

Pochi spazi, la Roma fatica: pari senza rete a fine primo tempo

La Roma torna in campo dopo la sosta. Ancora assente il capitano Lorenzo Pellegrini, che potrebbe tornare nella sfida di Coppa Italia con l’Inter. Prima c’è però da pensare al Genoa, battuto all’andata solo grazie al gol di Felix, arrivato nel finale. Mourinho conferma il modulo con la difesa a tre e lascia ancora in panchina Jordan Veretout. A sinistra c’è Maitland-Niles. Il nuovo Genoa di Blessin, tra le squadre più rimaneggiate nel mercato invernale, parte meglio e lo Special One non la prende bene. I liguri occupano bene gli spazi e pressano alta la Roma, che fatica in fase di costruzione e non riesce a imporre il gioco. Le cose migliori si vedono quando Zaniolo avanza con la palla al piede: ogni volta che il 22 attacca crea qualcosa e apre gli spazi ai compagni, però poco precisi.

Buone occasioni al 26’ e al 34’ per Smalling e Maitland-Niles, ma entrambe le volte vengono murati dalle chiusure difesa dei rossoblù, sempre puntuali. Al 36’ il Genoa va vicino al gol con Bani, che tira da buona posizione e trova l’intervento decisivo di Smalling. La Roma ha la sua occasione migliore al 41’ con Oliveira, che servito a sinistra da Zaniolo calcia di prima da posizione favorevole, ma non trova la porta. Sirigu un minuto più tardi risponde bene a Mkhitaryan mettendo in angolo. A fine primo tempo è 0-0. Il pareggio è il risultato più giusto per quello che le due squadre hanno dimostrato. Servirà un atteggiamento diverso nella ripresa ai giallorossi se vorranno avere la meglio.

Solo un pari, polemiche nel finale per un gol annullato a Zaniolo

Nessun cambio per Mourinho a fine primo tempo. La Roma riparte lenta come nei primi 45’ e non alza il ritmo. Al 54’ però Smalling ha sulla testa l’occasione per l’1-0: Mkhitaryan mette un cross perfetto sul secondo palo, l’inglese colpisce tutto solo ma tira clamorosamente alto. Moh capisce che è il momento di cambiare e manda dentro El Shaarawy e Felix al posto dei due ultimi arrivati Sergio Oliveira e Maitland-Niles. Blessin prova a rispondere con Amiri e Piccoli, i due acquisti più importanti di gennaio. L’assetto dei giallorossi adesso è molto più offensivo e la squadra cambia passo. Il fraseggio è più veloce e la fase offensiva è più efficace. Al 60’ Zaniolo tira in curva un rigore in movimento. Poco più tardi anche Felix calcia forte da posizione defilata, ma anche il nigeriano è impreciso.

Al 66’ Ostigard è decisivo su un tiro di Abraham indirizzato all’angolino. Karsdorp aveva servito l’inglese, tiro di prima perfetto, ma l’intervento del difensore salva Sirigu che era rimasto immobile. Da salvatore, Ostigard però rischia di rovinare un pomeriggio perfetto del Genoa, quando atterra Felix che stava scappando in solitaria verso la porta. Abisso non ha dubbi ed estrae il rosso diretto. Per la Roma è il momento di giocarsi il tutto per tutto. Mourinho manda in campo anche Veretout al posto di un esausto Karsdorp. La partita però non gira. Il Genoa continua a chiudersi bene nonostante l’uomo in meno, rinunciando ad attaccare con più uomini. Al 90’ Zaniolo segna un gol da fenomeno, ma Abisso annulla dopo check al Var. Il numero 22, nervoso, viene espulso nel finale. Finisce con un deludente 0-0.

 

Il tabellino di Roma-Genoa 0-0

ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp (71’ Veretout), Cristante, S. Oliveira (57’ Felix), Maitland-Niles (57’ El Shaarawy); Mkhitaryan; Zaniolo, Abraham. A disp.: Fuzato, Boer, Viña, Kumbulla, Bove, Diawara, C. Perez, Shomurodov, Zalewski. All.: Mourinho.

GENOA (4-3-3): Sirigu; Hefti, Bani (46’ Ostigard), Vanheusden, Vasquez; Sturaro, Badelj, Portanova (71’ Maksimovic); Ekuban (71’ Melegoni), Destro (57’ Piccoli), Yeboah (57’ Amiri). A disp.: Semper  Marchetti, Calafiori, Masiello, Gudmundsson, Frendrup, Galdames, Kallon.  All.: Blessin.

Arbitro: Abisso. Assistenti: Valeriano e Capaldo. IV uomo: G. Miele. Var: Nasca. Avar: Alassio.

NOTEAmmoniti: 25’ Vanheusden, 35’ Mancini, 71’ Vasquez, 92’ Abraham Espulsi: 66’ Ostigard (gioco pericoloso), 95’ Zaniolo (insulti all’arbitro) Spettatori: 29.863