– 1 al DERBY, Lazio: dieci capitani diversi nei derby dal dopo Nesta

di Redazione, @forzaroma

(di Alessio Nardo) Per anni il derby ha avuto la D maiuscola. Tra la fine degli anni novanta e l’inizio dei duemila, Roma e Lazio si affrontavano portando in dote due capitani d’eccellenza.

Entrambi giovani (nati nello stesso anno, il 1976), fortissimi, romani. Da una parte Francesco Totti, dall’altra Alessandro Nesta. Ideali rappresentanti delle rispettive curve, in campo per difendere le maglie amate. Un duello sentito, bello, romantico. Ormai lontano nel tempo.

In un giorno di fine agosto del 2002 (eh sì, son già trascorsi dieci anni…), Nesta fece le valige e si congedò per sempre dai colori biancocelesti, sposando il Milan, dove gioca tuttora a quasi 36 anni. Francesco rimase solo, senza il suo nemicoamico più caro (assieme al quale, nel 2006, ha condiviso la vittoria dei mondiali in Germania). Lui, simbolo giallorosso, unico rappresentante romano di spicco della più grande festa sportiva della nostra città. Di Canio fu un rivale di breve durata e scarsa consistenza (appena quattro derby, senza peraltro mai indossare l’onorata fascia). Dal 1998, anno in cui raccolse l’eredità di Balbo, Francesco ha ceduto i galloni di capitano nei derby solo in sei occasioni (una volta a testa a Cassano, Montella e Panucci, tre volte a De Rossi). I suoi dirimpettai, dal dopo Nesta in poi, sono stati addirittura dieci.

Nelle stagioni 2002-2003 e 2003-2004, il capitano laziale fu Giuseppe Favalli. Il terzino di Orzinuovi (provincia di Brescia) ebbe l’onore di portare la fascia per ben sei derby consecutivi: quattro di campionato e due di Coppa Italia, rimediando tre sconfitte e altrettanti pareggi, prima di trasferirsi (nell’estate 2004) all’Inter, seguendo il tecnico Mancini. Non manca l’eccezione: il 21 marzo 2004, nel famoso derby sospeso dagli ultrà, Favalli non era in campo e la fascia andò al serbo Sinisa Mihajlovic. Nel primo anno di gestione Lotito (stagione 2004-2005) il capitano prescelto fu Angelo Peruzzi da Blera (Viterbo), preferito al succitato Di Canio. Nel 2005-2006, in due derby la Lazio optò per due condottieri diversi: Cesar (brasiliano di San Paolo) in quello d’andata, Liverani (romano sì, ma anche romanista…) nel match di ritorno. Tra il 2006 e il 2007 furono gli abruzzesi Massimo Oddo (di Pescara) e Luciano Zauri (di Pescina, L’Aquila) a forgiarsi della fascia biancoceleste.

Negli ultimi nove derby si sono alternati il veneziano doc Tommaso Rocchi (capitano “ufficiale” della Lazio da quattro stagioni) e l’italoargentino, di Buenos Aires, Cristian Ledesma, con un’unica eccezione: il 6 dicembre 2009, nella stracittadina di campionato decisa dal gol di Cassetti, indossò la fascia addirittura Roberto Baronio, nativo di Verolanuova (BS). In sostanza, da dieci anni a questa parte, la Lazio ha avuto più capitani bresciani e abruzzesi, che romani.

Capitani di Roma e Lazio negli ultimi 22 derby
2002-2003:
Lazio-Roma 2-2 (Totti e Favalli)
2002-2003: Lazio-Roma 1-2 (Totti e Favalli) C.I.
2002-2003:
Roma-Lazio 1-0 (Totti e Favalli) C.I.
2002-2003: Roma-Lazio 1-1 (Totti e Favalli)
2003-2004: Roma-Lazio 2-0 (Totti e Favalli)
2003-2004: Lazio-Roma sospesa (Totti e Mihajlovic)
2003-2004: Lazio-Roma 1-1 (Totti e Favalli)
2004-2005: Lazio-Roma 3-1 (Totti e Peruzzi)
2004-2005: Roma-Lazio 0-0 (Cassano e Peruzzi)
2005-2006: Roma-Lazio 1-1 (Totti e Cesar)
2005-2006: Lazio-Roma 0-2 (Montella e Liverani)
2006-2007: Lazio-Roma 3-0 (Totti e Oddo)
2006-2007: Roma-Lazio 0-0 (Totti e Zauri)
2007-2008: Roma-Lazio 3-2 (Panucci e Zauri)
2007-2008: Lazio-Roma 3-2 (Totti e Rocchi)
2008-2009: Roma-Lazio 1-0 (Totti e Rocchi)
2008-2009: Lazio-Roma 4-2 (Totti e Ledesma)
2009-2010: Roma-Lazio 1-0 (Totti e Baronio)
2009-2010: Lazio-Roma 1-2 (Totti e Rocchi)
2010-2011: Lazio-Roma 0-2 (De Rossi e Rocchi)
2010-2011: Roma-Lazio 2-1 (De Rossi e Ledesma) C.I.
2010-2011: Roma-Lazio 2-0 (Totti e Ledesma)
2011-2012: Lazio-Roma 2-1 (De Rossi e Ledesma)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy