Retrofootball – Lo store del calcio vintage

La collezione retro ufficiale della AS Romaoffre un viaggio nella storia giallorossa, attraverso le sue maglie e felpe, i tifosi possono rivivere quei momenti

di Contenuto sponsorizzato

Ti ricordi di quando allo stadio si portava la radiolina per ascoltare cosa succedeva sugli altri campi? Quando le partite si giocavano tutte alla stessa ora e le maglie non erano pieni di sponsor.

Si ritorna a quei tempi, quando il calcio era Calcio, visitando il sito Retrofootball® la cui missione è qulla di rivivere le emozioni delle leggende sportive attraverso la commercializzazione delle repliche delle maglie da calcio storiche delle squadre dagli anni ‘40 agli anni ‘90 (più di 250 in catalogo).

In particolare la collezione retro ufficiale della AS Romaoffre un viaggio nella storia giallorossa, attraverso le sue maglie e felpe, i tifosi possono rivivere quei momenti.
Il capitano romano e romanista Agostino Di Bartolomeidiceva: “esistono i tifosi di calcio, poi esistono i tifosi della Roma”.

Sarà la connessione con la storia che una città come Roma inevitabilmente impone: le vittorie si festeggiano per giorni, le sconfitte si raccontano con l’epicità di una battaglia perduta. Quest’ultime, vengono superate con l’auto-ironia tipica romana: una carezza per superare i momenti difficili della squadra.

 

La maglia della Roma piú antica in catalogo è quella dello storico primo scudetto nella stagione 1941-42, quando Amedeo Amedei segnò 18 goal, molti dei quali allo Stadio del Partito Nazionale Fascista dove la Roma giocava i match casalinghi.

maglia1
Sempre rimanendo negli anni ’40 troviamo la maglia “da trasferta” del 1944-45: il campionato è sospeso per motivi di guerra ma la Roma partecipa e maglia2vince la Coppa
Città di Roma e il Campionato Romano di Guerra.
maglia3La maglia del 1977-78, è quella della consacrazione di Di Bartolomei in giallorosso, ma anche la prima che presenta lo stemma con il lupetto. Il logo disegnato da Piero Gratton
che sarà sulle maglie romaniste fino al 1997

 

 

Lo stesso Gratton ideó la maglia “ghiacciolo” vestita dal Bomber Pruzzo e dal giovane Carletto Ancelotti maglia4nella stagione 1979-80, la prima stagione della seconda esperienza giallorossa di Nils Liedholm.

 

maglia5Sotto la guida del tecnico svedese la Roma vinse la coppa Italia e nella stagione successiva la Roma sfoggia la coccarda tricolore (Maglia away 1980-81), mentre Fracesco Totti aveva solo 5 anni e giocava per i vicoli di Porta Metronia;

 

E come non citare la felpa che celebra lo scudetto del 1983: con il lupetto e lo maglia6
“scudo”  tricolore sul petto, rossa con le maniche arancioni. Quattro stagioni dopo l’insediamento del presidente Dino Viola, la Roma conquista il secondo scudetto della sua storia, trascinata dai goal di Pruzzo, le parate di Tancredi, l’atleticità di Vierchowod e l’esperienza del capitano Di Bartolomei.

 

La collezione è attraversata da un filo giallorosso che rivive le stagioni della AS Roma, riportando ogni tifoso a quell’incontro primordiale con la squadra, quando da bambini si inizia a percepire che il momento della partita è un momento di libertà. Il pallone varca la linea di porta e i sentimenti si scatenano senza alcuna inibizione.

Fondata da due calciofili sognatori, amanti del calcio anni ’70, Retrofootball® mette a disposizione dei propri clienti prodotti dei più riconosciuti brand del settore calcio vintage, con licenze ufficiali di club come FC Barcelona, Liverpool FC, Borussia Dortmund e altri club italiani.

I tifosi adorano questi prodotti, in quanto non sono disponibili nei punti vendita tradizionali, e significano un vincolo più profondo, primordiale, con il propio Club o con la propia nazionale. Una maglia vintage non sa di vecchio dopo un solo anno, ma rappresenta la propria squadra del cuore per tutta la vita. Una maglia per sempre!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy