Thierry Cros: “Scordatevi l’Ibrahimovic di tre anni fa. Se la Roma prende Kurzawa fa un grande affare”

Il corrispondente di TMC, esperto di calcio francese: “Pjanic non può essere il sostituto di Cabaye perché non giocano nello stasso ruolo. Digne è un rischio: non ha fatto il salto di qualità”

di Redazione, @forzaroma

Thierry Cros, corrispondente in Italia di RMC, è stato intervistato da Rete Sport. In veste di esperto di Roma e calcio francese ha affrontato diversi punti del mercato della Roma, sempre più legato al Paese transalpino.

CABAYE E PJANIC – “Cabaye sicuramente andrà via dal Psg, rischia di perdere il treno della Nazionale francese perché gioca poco. Vuole tornare in Premier League perché ha avuto un ottima esperienza in passato. Inoltre il Crystal Palace è allenato da Pardew, il suo vecchio allenatore. Lui andrebbe lì con la garanzia di giocare e di poter trovare spazio agli europei di Francia 2016. L’affare non è fatto ma le probabilità che vada lì sono alte. Ho letto però che si parla di Pjanic come sostituto. Innanzitutto ci tengo a sottolineare che non giocano nello stesso identico ruolo, e inoltre non mi sembra che il Paris Saint-Germain abbia necessità di comprare a centrocampo. Pjanic piace al PSG da sempre però non è una priorità”.

IBRAHIMOVIC – “Il Psg sta pensando di tutelarsi nel caso dovesse partire Ibrahimovic. Se lui andrà certamente prenderanno un attaccante importante, credo Lacazette. Ha ancora un anno di contratto e il suo cartellino non sarà molto elevato: è stato acquistato a 14 milioni e varrà ora credo 10-12 milioni. Il problema è lo stipendio. Mi dicono anche che Ibra, pur avendo un passato da mercenario, ora potrebbe fare una scelta di cuore e andare al Milan. Il fatto che il suo nome abbia creato molta fantasia a Roma lo capisco. Da giornalista e da simpatizzante della Roma non lo prenderei neanche per sogno. Nell’ultima stagione ha avuto un rendimento molto inferiore a quello dei primi due anni al Psg. Scordatevi di vedere l’Ibra di 2-3 anni fa. Ha vinto sempre è vero, ma ha anche creato problemi negli spogliatoi e non è detto che in quello della Roma sarebbe semplice”.

DIGNE – “Garcia potrebbe dire: l’ho cresciuto al Lille, l’ho trasformato in un buon giocatore e, anche se aveva delle prospettive e anche se non è andato bene al Psg (perché se non riesci a togliere il posto a Maxwell vuol dire che c’è qualche problema), scommetto ancora su di lui. Secondo me è comunque una scelta rischiosa per la Roma perché non ha confermato il suo talento in Francia. Non credo sia un grande terzino sinistro, ancora non ha fatto il salto di qualità”.

KURZAWA – “Di Kurzawa invece posso dirlo tranquillamente: è un grande terzino. La difficoltà è dovuta al fatto che la Roma, se lo vuole, trova dei concorrenti importanti. Se lo prende fa una grandissima operazione perché non solo ha dimostrato grandi qualità ma ha ancora un margine di crescita. Giocatore incredibile!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy