Roma, Lovren il “complottista” per sostituire Smalling: esperienza e convenienza a buon mercato

Il croato torna in voga dopo il corteggiamento della scorsa estate. Si può prendere con 12 milioni ma deve abbassare le pretese sull’ingaggio

di Francesco Balzani, @FrancescoBalza8
Dejan Lovren Liverpool

Un Ferragosto fa, senza coronavirus e con mezza Roma al mare, sembrava davvero a un passo da Trigoria. Poi il brusco stop e la virata su Smalling. Ma ora, con un’estate ancora tutta da scoprire, il nome di Dejan Lovren è tornato fortemente d’attualità in casa giallorossa proprio per sostituire il difensore inglese che difficilmente sarà riscattato viste le alte richieste del Manchester United. Il centrale croato, che il 5 luglio prossimo compirà 31 anni e che ha fatto parlare di sè in questi giorni per alcune teorie complottiste anti Bill Gates, è infatti in scadenza di contratto nel 2021 con il Liverpool e non arriva alcun segnale di rinnovo. Negli ultimi due anni Klopp lo ha impiegato col contagocce visto che è sceso in campo solo 22 volte in Premier League.

Dejan Lovren Liverpool
Come detto l’aria di divorzio era già forte la scorsa estate come ha ammesso lo stesso Lovren in un’intervista: “Il Milan mi ha contattato, ma la Roma è stata più insistente. La trattativa però non è andata a buon fine. Non voglio andare da qualche parte per dimostrare a qualcuno chi sono e come gioco: sono un professionista, ho vinto una Champions League e una medaglia d’argento ai Mondiali, ho fatto grandi cose nel calcio e non merito di essere ceduto in prestito con qualcuno che valuta le mie qualità”. Il rifiuto quindi sarebbe arrivato per la formula del prestito che ora è decaduta visto il contratto in scadenza. Un carattere particolare quello di Lovren che ha rinunciato a giocare l’Europeo del 2016 per amore. Poco prima del via del torneo, infatti, il difensore dei Reds ha scoperto che la moglie, la bella Anita con la quale ha avuto una figlia, lo aveva tradito con un suo ex fidanzato, il boscaiolo Dario Torbic. Dietro alla crisi coniugale dei due ci sarebbero le difficoltà di adattamento della donna all’uggioso clima inglese. Lovren ha deciso così di risolvere la crisi organizzando una vacanza in Croazia. Obiettivo centrato, per ora.

Quanto costa e quanto guadagna Lovren

 

Il prezzo del cartellino di Lovren è molto più basso rispetto al passato per tre fattori: il contratto in scadenza nel 2021, l’età non più giovane e lo scarso minutaggio dell’ultima stagione (appena 760 minuti). Il difensore croato è valutato sui 12 milioni e gli ottimi rapporti tra la dirigenza della Roma e quella del Liverpool potrebbe favorire l’affare. Dopo Alisson e Salah, infatti, i Reds sono in una sorta di “debito” con i giallorossi. Anche lo stipendio di Lovren non sembra impossibile. Attualmente guadagna 5 milioni netti a Liverpool, ma difficilmente potrà contare su un nuovo stipendio così alto a meno che non accetti di andare a giocare in Cina o Qatar. Di fronte a un triennale potrebbe “accontentarsi” di 3,5 milioni a stagione. La concorrenza sarà comunque folta. Lovren piace, infatti, anche alla Lazio oltre che al Southampton. In questo caso la mancata partecipazione alla Champions potrebbe essere decisiva anche perché il croato è un esperto della competizione.

Dejan Lovren Liverpool

Le teorie complottiste di Lovren

 

Il nome di Lovren in queste settimane è salito alla ribalta non per imprese sportive ma per la sua teoria complottista in tema di coronavirus. Durante la pandemia il croato è stato molto attivo sui social network sposando tesi complottiste e opponendosi a coloro che sostengono la ricerca per un vaccino. Pochi giorni fa, Lovren ha attaccato Bill Gates, il fondatore di Microsoft. In un post di Instagram in cui Gates ringraziava gli operatori sanitari per il loro impegno in questo momento così delicato, Lovren ha commentato scrivendo «Game over Bill. Le persone non sono cieche», ancora in riferimento alle iniziative del filantropo americano per aiutare a trovare un vaccino contro il Coronavirus. Piuttosto che dalla parte di Bill Gates, Lovren si è schierato – almeno sui social – con David Icke, un cospirazionista bandito da Youtube per aver pubblicato video complottisti e di disinformazione durante l’emergenza sanitaria. Secondo Icke, scrittore e presentatore televisivo con un passato (pessimo) come calciatore, la diffusione del Covid-19 sarebbe strettamente legata alle antenne 5G.

La risposta di Lovren al post di Bill Gates

Lovren ha pubblicato delle story su Instagram in cui invita i suoi follower a seguire Icke su altre piattaforme che pubblicano ancora i suoi interventi. E infine il terzo indizio. Lovren ha commentato un meme postato da Ivan Pernar – deputato croato di 34 anni definito “teorico delle cospirazioni e attivista anti-sfratto” – che ritrae Bill Gates con una siringa in mano, e dice “il tuo corpo è la mia scelta”. Un post dissacrante verso lo stesso Gates. Lovren ha replicato con l’emoji delle mani giunte. Il comportamento del difensore ha fatto molto discutere in Inghilterra. Il Liverpool non si è ancora espresso in maniera ufficiale ma una sua cessione a questo punto è sempre più vicina.

Cosa ha vinto Lovren

 

Uomo di successo. Non solo nella vita privata dove ha risolto la crisi con la moglie ma anche nello sport. La bacheca del croato è ricca e prestigiosa. A spiccare sono la Champions League, la Supercoppa europea e il Mondiale per club con il Liverpool a cui dovrebbe sommarsi la Premier League di questa travagliata stagione. Ma il suo orgoglio più grande è il secondo posto al Mondiale 2018 con la Croazia. Lovren ha giocato 7 partite della competizione compresa la finale persa con la Francia. Altri trofei: due campionati croati con la Dinamo Zagabria, 1 coppa di Francia e 1 supercoppa con il Lione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy