Roma, il punto sul mercato

di Redazione, @forzaroma

(di Mirko Porcari) – Count down, la Roma prepara il colpo.L’amaro in bocca per la cessione di Bojan potrebbe svanire con l’acquisto di un calciatore che riesca ad animare la tifoseria, qualcuno in grado di completare la rosa di mister Zeman: sono tanti i nomi, alcuni difficili da raggiungere, ma la suggestione alimenta le ultime ore di calciomercato.

 

PORTIERE – “Stekelenburg non andrà via”. Fenucci ha ribadito un concetto caro alla dirigenza: l’olandese fa parte del progetto, per questo Tottenham e Fulham dovranno accontentarsi del “no” arrivato da Trigoria. Goicoechea è stato il suggerimento di Zeman, un nome piovuto nel centro dell’estate che non ha entusiasmato i tifosi giallorossi: ci sono dubbi sull’affidabilità dell’uruguaiano, nonostante le sponsorizzazioni del boemo si rimane con l’organico attuale, sperando che il portiere della nazionale “orange” possa sgombrare il campo da dubbi e perplessità sulla sua affidabilità in mezzo ai pali.

 

DIFESA – Marquinhos non basta. Immaginare una difesa composta da Romagnoli e dal giovane brasiliano agita il sonno di tanti tifosi. Massima fiducia con sguardo alla realtà: il campionato italiano impone alternative che possano misurarsi nell’immediato con attaccanti di alto livello, per questo Sabatini continua a lavorare per puntellare un reparto composto da troppe incognite. Nelle ultime settimane si sono rincorse voci su possibili obiettivi, dal doriano Gastaldello fino al laziale Diakitè, una lista che potrebbe completarsi con un ritorno di fiamma, tipico esempio del mercato last minute: Van der Wiel dell’Ajax, obiettivo di inizio mercato “raffreddato” dalla scommessa Ivan Piris; la Roma c’è, soprattutto se si pensa all’acquisto di Debuchy da parte del Real Madrid, vera concorrente alla corsa all’olandese. Sabatini potrebbe impostare un discorso con la solita formula del prestito, oppure garantire ai lancieri una somma vicina agli 8 milioni di Euro: nelle prossime 48 ore ci sarà una svolta, potrebbe essere proprio il giovane terzino il colpo ad effetto del direttore sportivo romanista,

 

CENTROCAMPO – De Rossi intoccabile, questa è la vera certezza. Respinti gli assalti del City, al Roma non sembra intenzionata ad assestare colpi in uno dei reparti maggiormente attrezzati. Dalla Germania è stato offerto Kuzmanovic, una soluzione che non ha trovato il gradimento di Zeman e della dirigenza, per ora si resta con l’organico attuale, sempre che il mercato non proponga delle soluzioni convenienti nelle ultime ore.

 

ATTACCO – Bojan la doccia fredda, Giuseppe Rossi la scommessa: lo spagnolo ha abbandonato Trigoria tra diversi rimpianti, la tifoseria ha fatto capire come una cessione del genere (al Milan) non sia stata assimilata nel migliore dei modi; c’è la necessità di dare una sferzata positiva ed il nome di “Pepito” potrebbe essere la panacea di ogni male: tecnica, nome e duttilità, tutte qualità perfette per una piazza come Roma, l’incognita grandissima è però rappresentata dalla tenuta fisica dopo i due (tre ad ottobre) interventi al ginocchio; per l’attaccante si palesano fantasmi sul proseguo della carriera, una scommessa che potrebbe essere vinta dopo attente visite mediche: a gennaio i giallorossi vorrebbero tesserare il folletto del Villareal, con la speranza di non ripetere la stessa storia percorsa con i vari Adriano e Gilberto Martinez.

La stretta attualità porta il nome di Marco Borriello: tutti sembrano volerlo ma nessuno ha formulato l’offerta giusta. L’ultimo, in ordine cronologico, il Werder, pronto ad abbracciarlo per un’avventura nella Bundesliga: niente da fare di fronte al rifiuto del calciatore, fiducioso in una chiamata dalla Serie A e da squadre come la Fiorentina e l’Inter; nelle prossime ore ci sarà l’epilogo, nella speranza che la Roma, almeno in questo caso, possa riuscire a guadagnare qualcosa dalla sua cessione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy