Roma, David Beckham ‘alleato’ a sorpresa nella trattativa Alderweireld

Roma, David Beckham ‘alleato’ a sorpresa nella trattativa Alderweireld

Il belga potrebbe scegliere la Capitale grazie all’introduzione di un nuovo regime fiscale per i lavoratori esteri

di Redazione, @forzaroma

In Inghilterra continuano i dubbi riguardanti la trattativa che sta andando avanti tra la Roma e Toby Alderweireld. L’interrogativo principale, riportato anche da football.london, sarebbe legato all’approdo del belga in una società con meno appeal internazionale sia rispetto al Tottenham – reduce da una finale di Champions – sia rispetto allo United, anche se i Red Devils sembrano più concentrati su Maguire del Leicester.

LEGGE BECKHAM – E’ lo stesso portale britannico però a suggerire la connessione tra l’Italia e Alderweireld, partendo proprio da un personaggio che conosce la sponda rossa di Manchester da vicinissimo. Sarebbe infatti David Beckham l’anello di congiunzione tra le trattative: l’Italia potrebbe adottare lo stesso tipo di regime fiscale con una tassazione inferiore per i lavoratori esteri che permise al Real Madrid di ingaggiare il fenomeno inglese e fargli guadagnare più di quanto percepiva allo United. Quella che dai media fu definita Legge Beckham.

SCENARI – Quel provvedimento, entrato in vigore in Spagna nel 2005, rientrerebbe nel pacchetto normativo del Decreto Crescita approvato di recente dal nostro governo, riguardante quei lavoratori provenienti dall’estero che non siano stati residenti in Italia negli ultimi 2 anni e che abbiano intenzione di rimanervi per almeno ulteriori 2 anni. Con questi requisiti Alderweireld accederebbe a degli sgravi fiscali tra il 44% al 15% sul suo stipendio totale, uno scenario che renderebbe la Roma una meta ancor più gradita per il belga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy