Preziosi: “Il Genoa non sta trattando Viviano. Julio Sergio? Non mi piace”

di Redazione, @forzaroma

Enrico Preziosi, presidente del Genoa, intervenendo a Unico Grande Amore su TeleRadioStereo, ha dichiarato:

Posso affermare che Viviano non giocherà nel Genoa. A scanso di equivoci. Noi con il Bologna stiamo trattando la comproprietà di Meggiorini, ma nè direttamente nè indirettamente abbiamo intenzione di negoziare il suo ingaggio. Secondo me finirà all’Inter, che poi deciderà se tenerlo o cederlo.

Mi piace Julio Sergio? No, ma non perché lo boccio tecnicamente. Dobbiamo ancora valutare Eduardo, sapendo di dover mettere in preventivo quattro-cinque papere a stagione, riteniamo che sia un portiere di alto livello, che è tornato a convincere anche in Nazionale. Se poi a mercato in corso nascessero opportunità di mercato interessanti sia per il Genoa sia per il nostro portiere, vaglieremmo le alternative.

Palacio lo pagai 8 milioni e ritengo che sia un calciatore fondamentale per il Genoa. Lo vuole l’Inter? Per lui eventualmente non prenderemmo in considerazioni offerte economiche, potremmo ascoltare proposte che annoverano contropartite tecniche.

Criscito di sicuro lascia il Genoa. Assieme al ragazzo abbiamo deciso di lasciarci, è anche giusto per Mimmo fare un’esperienza diversa dopo dieci anni al Genoa. Al momento però non posso dire se abbia deciso dove andare. Ci sono in piedi alcuni discorsi, Napoli compreso. Con il Napoli avevamo raggiunto l’intesa, ora deve capire il giocatore cosa vuole fare. Con Criscito ho parlato ieri.

Con Malesani valuteremo in questi giorni come muoverci sul mercato. Rosi con lui ha giocato nel Siena, è un buon giocatore al momento però non ci sono contatti con la Roma, con cui fra l’altro non ho mai fatto negoziazioni di mercato. Non so al momento quali siano i programmi della Roma, anche per la posizione di Rosi.

Per me non è facile parlare di El Shaarawi, un talento straordinario. Galliani ha detto bene nel definirlo il giovane di maggiori prospettive. Io ho appena finito di calmare gli animi della piazza genoana. Perché un po’ tutti siamo innamorati di lui.

Poi però bisogna calarsi nella nostra realtà. Il Genoa come tante altre società quando cerca uno sponsor spesso deve aspettare i giorni a ridosso dall’inizio della stagione. E magari deve ‘accontentarsi’ di pochi milioni di euro, mentre società come il Milan strappano accordi da 14-15 milioni l’anno.

Gasperini è perfetto per l’Inter. A noi materialmente fa comodo depennare il suo ingaggio dalle spese, ma nello specifico l’Inter trova un serio professionista e un eccellente allenatore.

Dal Brasile oltre a Ze Eduardo avevo la possibilità di prendere a un milione di euro Danilo, che oggi vale molto di più. Ma bisognava superare l’ostacolo del passaporto extracomunitario. Ora si sta discutendo la riapertura per il secondo tesseramento, anche se certe regole andrebbero modificate in mesi diversi, con anticipo, ma a volte non è semplice raggiungere l’intesa in Lega, perché di fatto ognuno si presenta con priorità diverse da quelle degli altri club. Stesso discorso vale anche per la questione legata alla divisione del proventi figli dei diritti televisivi. Credo che nella riunione di mercoledì scorso sia stato compiuto un passo importante, affinché in futuro ci siano meno divisioni e affinché si viaggi tutti nella stessa direzione.

La regola che impedisce di contattare calciatori e allenatori sotto contratto con altri club? E’ una delle regole da rivedere, perché è uso comune che dirigenti e mediatori si parlino praticamente tutto l’anno”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy